Tu sei qui

MotoGP, Marquez: "Felice della spalla, meno della velocità"

Marc non è soddisfatto: "La condizione fisica è migliorata molto da Sepang, ma qui Vinales e le due Ducati sono davvero lontane. Dobbiamo cambiare strada"

MotoGP: Marquez: "Felice della spalla, meno della velocità"

Marc Marquez aveva fretta di arrivare in Qatar per l'ultima sessione di test prima della partenza del mondiale 2019. La spalla operata a dicembre non gli aveva dato segnali troppo positivi a Sepang, e questo test è fondamentale per il campione del mondo per comprendere con quale stato di forma fisica si troverà ad iniziare il campionato.

La prima giornata di test a Losail non ha ovviamente espresso verdetti di alcun tipo, ma appare chiaro che una decima posizione in classifica a più di un secondo da Vinales non è il miglior viatico per il pilota della Honda. Marc ha però cercato di vedere il bicchiere mezzo pieno al termine della sessione odierna, concentrandosi più sui passi in avanti compiuti sotto il punto di vista fisico che sul distacco incassato.

"Oggi per essere il primo giorno sono abbastanza contento - ha esordito Marquez - la spalla è migliorata tantissimo da Sepang, ho più forza e mi sento meglio sulla moto, anche se ci sono ancora alcuni momenti in cui provo un certo dolore. Sono contento di come sto fisicamente, mancano ancora due settimane per la gara, non so se ci arriverò proprio al 100% ma quasi.  Qui volevo verificare sia la mia condizione atletica che la situazione in sella, e sono contento. Dopo Sepang ho avuto un po’ di dolore per due o tre giorni, mi era sembrato di aver fatto un passo indietro. Invece sono migliorato e sono contento perché siamo sulla strada giusta".

Però nonostante tu ti senta meglio, qui sei stato più lontano rispetto ai più veloci. Cosa non ha funzionato?

"Se guardiamo i tempi siamo un po’ lontani, dobbiamo fare degli step in avanti in alcuni punti della pista. In alcune sezioni abbiamo faticato abbastanza. Oggi però abbiamo lavorato su diverse cose nuove - ha sottolineato Marc - domani magari proviamo a lavorare di più sull’assetto della moto, cambiare strada. Adesso siamo lontani, anche se ci restano due giorni per lavorare e migliorare per avvicinarci ai migliori. Sembra che qui le due Ducati e anche Vinales siano davvero forti. In Qatar abbiamo sempre faticato parecchio, l’importante è restare attaccati al treno dei migliori".

Eppure a Sepang sei stato molto più efficace sin dal primo giorno.

"Oggi abbiamo iniziato usando l’assetto deliberato a Sepang, che però qui sembra non funzionare. Qui però le ore buone per girare sono solo tre, quindi non abbiamo avuto il tempo di cambiarlo. Adesso analizzeremo tutti i dati e domani cominceremo su una strada diversa. In Malesia mi sentivo molto meglio sulla moto, era più facile andare forte. Qui stiamo faticando di più, mi mancano buone sensazioni in sella. A Sepang guidavo in modo più dolce e sembrava funzionare, qui invece sto cercando di essere più aggressivo e non funziona. In ogni caso sento di avere più forza nella spalla, ma non mi sento ancora come quando stavo bene".

Pensi di tentare una simulazione di gara prima della fine dei test?

"Se nei prossimi giorni va tutto bene, si. Adesso sembra che vada tutto bene con la spalla, ma questo è in ogni caso il primo giorno. Anche alla fine del primo giorno a Sepang - ha ricordato -  non andava male. Vedremo come mi sveglierò domani mattina, se mi fa più male o se andrà più o meno uguale a come mi sento adesso. Magari non proverò l’intera distanza di gara, perché non mi sento ancora pronto, ma farò qualche giro in più del normale. Oggi ho potuto guidare con il mio stile, in modo normale. Ma una cosa è fare pochi giri, un'altra fare una gara completa".

Avete già deliberato il motore per la stagione?

"Sembra che abbiamo deciso per il motore, ma non avevamo diverse opzioni qui perché il campionato inizia tra due settimane e avevamo già deciso in Malesia. Andiamo avanti con la nuova specifica e vedremo di capire qui in Qatar dove possiamo migliorare, perché abbiamo ancora dei punti forti da imparare a sfruttare di questo motore".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti