Tu sei qui

SBK, LIVE: diretta da Phillip Island del primo giorno di test

Bautista e la Panigale V4 brillano nella FP1, rifilando quasi mezzo secondo a Lowes e Rea, mentre 4° Melandri. In ritardo Davies, 15° 

SBK: LIVE: diretta da Phillip Island del primo giorno di test

17.10: Barbier di Pirelli: "Rischio gara flag to flag? Impossibile dirlo ora, è troppo presto dato che non siamo nemmeno a metà dei test. Quella di Phillip Island è sempre una gara particolare, dato che è la prima delle stagione e ci sono vari aspetti da considerare. Bisogna aspettare martedì per aver un quadro più delineato della situazione, anche perchè oggi i piloti saltano in sella moto dopo la pausa e la gestione della gomma non è ancora la priorità" 

16.50 Il vento complica i piani nel pomeriggio di Phillip Island. Ducati rinvia a domani mattina le novità a livello ergonomico portate per la Panigale V4. Davies, rimasto fermo stamani per un problema tecnico, si sta concentrando sulla posizione in sella alla moto, mettendo da parte il cronometro.  

16:15 Dopo poco più di mezz'ora dal via della seconda sessione riservata alla Superbike c'è da registrare il balza in avanti di Haslam, che aggancia la quarta piazza, mentre Davies è tredicesimo con un ritardo di due secondi dal compagno di squadra, sempre in testa. Si migliora anche Laverty, 15° dietro a Mercado.  

Una sessione agrodolce per Federico Caricasulo, finito a terra a seguito di un highside. Per il pilota romagnolo del team Evan Bros nessuna conseguenza. Ecco uno scatto della sua Yamaha appena tornata al box. 

 

15:30 Cala il sipario sul lunedì della SSP. Una giornata da protagonista per il team Evan Bros, che ha visto Krummenacher e Caricasulo chiudere davanti a tutti. Se al mattino era toccato al romagnolo, al pomeriggio è stata la volta dell'elvetico che ha realizzato il crono di 1'38"820, precedendo il compagno di quattro decimi. Unico neo per Caricasulo la caduta pomeridiana a causa di un highside. In terza posizione spicca poi la Yamaha  di Jules Cluzel, attardata di tre decimi dalla vetta, poi la Kawasaki di Lucas Mahias. a soli 20 millesimi dal francese. Tra i primi cinque anche Raffaele De Rosa con la MV Agusta. Quindicesimo invece Fuligni, incalzato da Badovini.

13:10 A Phillip Island volge al termine la prima sessione di libere con Alvaro Bautista davanti a tutti. Un inizio da incorniciare per il pilota Aruba, autore del riferimento in 1'30"743, tanto da fare meglio del record in gara di Melandri. Alle sue spalle Alex Lowes, in ritardo di quattro decimi, incalzato da Rea,  quest'ultimo vittima di una scivolata in curva dieci. Insieme ai migliori spicca anche Marco Melandri, protagonista del quarto tempo (+0.702) davanti alla R1 di van der Mark e quella di Cortese. Poi la BMW di Sykes, costretta a fare i conti con quasi un secondo di gap dalla vetta.

Fuori dai primi dieci invece la Honda di Leon Camier, attardata di un secondo e mezzo. Mattinata particolarmente complicata per Chaz Davies, ancora alla ricerca della giusta fiducia con la Panigale V4, che tra l'altro l'ha lasciato a piedi per un problema tecnico. Per lui solo 21 giri realizzati. Il gallese, complice anche le condizioni di salute non al top, rappresenta per ora il rovescio della medaglia, tanto da incassare due secondi  e mezzo dal compagno e finire quindicesimo seguito da Laverty e Rinaldi.

12.47 Scivolata per Rea in curva 10. Nessuna conseguenza per il quattro volte iridato.

 

12.40 Tra i piloti Ducati, anche Eugene Laverty è sceso in pista con la V4 che adotta le ali. Attualmente l'alfiere GoEleven è fuori dai primi quindici della classifica con un ritardo che supera i due secondi. 

12:35 Alex Lowes sale al secondo posto, precedendo Johnny Rea di 43 millesimi. 

12:24 Quando mancano 45 minuti al termine della sessione, Marco Melandri occupa la sesta piazza. L'alfiere GRT sta lavorando sul bilanciamento della moto, con particolare attenzione all'anteriore, un aspetto che durante l'inverno l'ha messo a dura prova in occasione dei test di Jerez e Portimao. 

12:14 Alex Lowes ruggisce e porta la Yamaha in terza posizione (+0.523) alle spalle di Rea. Passo avanti anche per Sykes, a otto decimi dalla vetta, mentre sesto Toprak Razgatlioglu, seguito da Melandri, Haslam e Cortese. In ritardo Davies, che come anticipato non riesce a scendere sotto i due secondi

12:10 Bautista comanda il gruppo seguito da Rea e van der Mark. Questi i primi tre dopo la prima ora di libere. Dodicesimo Leon Camier, attardato di quasi due secondi, mentre alle sue spalle Chaz Davies, ancora alla ricerca della giusta fiducia con la Panigale V4. Sedicesimo Laverty preceduto da Kiyonari.

11.50 Bautista e la Ducati balzano al comando del turno con il crono di 1'31"509. Lo spagnolo rifila due decimi a Rea (+0.273), mentre Melandri (+1.043) balza al quarto posto incalzato da Sykes e Haslam.. 

11.34 Alvaro Bautista (+0.532) suona la carica e scala la classifica portandosi a mezzo secondo da Rea. Alle sue spalle spicca la R1 di van der Mark (+0.701), poi quelle di Lowes (+0.850) e Cortese (+0.869), soltanto decimo Melandri (+1,297). Da registrare il settimo posto di Sykes, mentre 12° Camier seguito da Davies. 

11.27 Leon Camier ha terminato i primi giri in sella alla Honda e accusa 1"745 da Rea. Incredibile il numero di ingegneri e meccanici nel box Moriwaki Althea, a conferma di quello che è l'impegno HRC nel Mondiale

Superbike. Tra i presenti anche Kuwata. 

11.25 La Ducati deve ancora entrare in pista a Phillip Island. Alvaro Baustista e Chaz Davies sfoggeranno per l'occasione le ali sulla propria V4, mentre al pomeriggio verranno introdotte alcune novità di tipo ergonomico come annunciato da Ciabatti in occasione della presentazione. La base da cui si parte è quella di Portimao. 

11.20 Il turno della classe regina è iniziato da soli dieci minuti e Johnny Rea ha già messo tutti in riga, grazie al tempo di 1'31"782. 

11.00 A Phillip Island si conclude il primo turno della SSP con Federico Caricasulo davanti a tutti. Non poteva quindi iniziare in modo migliore l'avventura del romagnolo con i colori Evan Bros, autore del tempo di 1'33"882. Alle sue spalle, separato di tre decimi il compagno Randy Krummenacher, poi la MV Agusta di Raffaele De Rosa (+0.411). In ritardo di quasi mezzo secondo. 

La mattinata australiana si è aperta con qualche timido raggio di sole tra le nuvole, ma la temperatura è di poco superiore ai 16 gradi,

A Phillip Island si accendono i motori per l’ultimo test invernale prima del via della stagione. In azione sul tracciato australiano Superbike e SuperSport, che si alterneranno durante la giornata. Stamani è toccato alla categoria 600 aprire le danze, poi spazio alla classe regina a parte dalle 13:10, ovvero l’1.10 in Italia. Martedì il programma verrà invece invertito.

Lunedì

23.10 – 01.00 WorldSSP

01.10 – 03.10 WorldSBK

03.10 – 03.40 PAUSA

03.40 – 05.30 WorldSSP

05.40 – 07.40 WorldSBK

 

Martedì

23.10 – 01.10 WorldSBK

01.20 – 03.10 WorldSSP

03.10 – 03.40 PAUSA

03.40 – 05.40 WorldSBK

05.50 – 07.40 WorldSSP

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti