Tu sei qui

SBK, La Panigale V4 alla prova del fuoco contro il Cannibale Rea

Lunedì il via alla due giorni di test in Australia, GPOne seguirà live sul campo la settimana che porterà al primo round stagionale

SBK: La Panigale V4 alla prova del fuoco contro il Cannibale Rea

Per gli appassionati delle due ruote il lungo inverno è giunto al capolinea, perché il prossimo weekend si alzerà il sipario sulla nuova stagione del Mondiale Superbike. In attesa del via, squadre e piloti sono già in arrivati in Australia, dal momento che lunedì si accenderanno i motori per il tradizionale test che precede il fine settimana di gara. La due giorni di Phillip Island svelerà i valori in campo, anche perché vedremo in azione tutti i team. Si tratterà infatti della prima volta assoluta in questa preseason, dal momento che Honda ha mantenuto le proprio carte  coperte.

Lo squadrone HRC Moriwaki Althea ha infatti declinato i tradizionali appuntamenti di Jerez e Portimao, preferendo lavorare a porte chiuse sul tracciato di Buriram, che a marzo ospiterà il secondo round delle derivate. In Thailandia Camier e Kiyonari hanno quindi agito nell’ombra e di conseguenza è grande la curiosità per capire a che livello sarà la Fireblade SP2. L’unica Honda vista ad oggi è stata quella di Alessandro Delbianco, al debutto con la squadra di Genesio Bevilacqua.  

Se da una parte ci sono gli interrogativi, dall’altra regna una certezza assoluta, ovvero Johnny Rea, mattatore durante l’inverno. Proprio in occasione dell’ultima uscita in Portogallo, il Cannibale ha rifilato ben un secondo alla concorrenza, a conferma di quello che è il potenziale della ZX-10RR. Chi tenterà di mettere fine al dominio del nordirlandese è la Panigale V4 di Chaz Davies e Alvaro Bautista. Lo spagnolo ha saputo bruciare le tappe, dimostrandosi capace di adattarsi alla Superbike dopo il salto dalla MotoGP.

Così hanno detto i recenti test, dove il portacolori Aruba ha occupato stabilmente i piani alti della classe. Discorso opposto invece per il gallese, costretto a fare i conti con le condizioni di salute non proprio al top. Quello che conta però la gara, di conseguenza vietato dare giudizi affrettati. Nella due giorni di test  gli alfieri Ducati avranno l’occasione per affilare le armi, potendo tra l’altro fare affidamento su alcune novità dal punto di vista ergonomico.

Sarà anche vero che i test prestagionali possono a volte trarre in inganno, resta comunque il fatto che non sono mancate le rivelazioni, su tutte Alex Lowes e la sua Yamaha. Il pilota britannico ha fatto vedere che la R1 ha tutte le carte in regola per stupire, adesso bisogna soltanto confermarsi. La stessa conferma che cerca Marco Melandri nella nuova avventura con il team GRT. Una sorta di ritorno al passato per il 33, con una Yamaha che sembra aver dato qualche punto interrogativo per quanto riguarda il bilanciamento.

E che dire poi della BMW, con Tom Sykes che ha guidato lo sviluppo della S1000RR insieme al compagno Markus Reiterberger. Il 66 ha mostrato di adattarsi anche alla nuova moto, anche se dovrà attendere le prime gare europee per avere tutto il materiale a disposizione, dal momento che a Phillip Island e Buriram la moto non avrà ancora il pacchetto completo.

Tra i temi di interesse vietato infine scordarsi delle squadre private. In Australia vedremo infatti quale passo avanti avranno compiuto le Ducati di Michael Ruben Rinaldi e Eugene Laverty. Il giovane romagnolo avrà il compito di non deludere le attese dopo aver raccolto il testimone di Xavi Forés, mentre il nordirlandese sarà chiamato a sorprende con i colori di GoEleven. Volgendo lo sguardo in casa Puccetti riflettori puntati su Toprak Razgatlioglu, uno dei giovani intenzionato ad arrivare coi migliori, tanto da aver sorpreso nell’ultima stagione. Ultimo appello prima della gara anche per Jordi Torres, in azione con la Kawasaki di Perdercini.      

PROGRAMMA TEST SUPERBIKE – PHILLIP ISLAND

Lunedì

09.10 – 11.00 WorldSSP

11.10 – 13.10 WorldSBK

13.10 – 13.40 PAUSA

13.40 – 15.30 WorldSSP

15.40 – 17.40 WorldSBK

 

Martedì

09.10 – 11.10 WorldSBK

11.20 – 13.10 WorldSSP

13.10 – 13.40 PAUSA

13.40 – 15.40 WorldSBK

15.50 – 17.40 WorldSSP    

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti