Tu sei qui

Moto2, MV Agusta, quando il codone esce con il buco

FOTO. La Casa italiana spinge sull'aerodinamica anche in Moto2 e ha svelato un inedito posteriore sulla F2 presentata a Milano

Moto2: MV Agusta, quando il codone esce con il buco

In MotoGP siamo ormai abituati alle più ardite sperimentazioni aerodinamiche, ma in Moto2 è un territorio ancora vergine. Anche per via del regolamento, che vieta espressamente alette o appendici che ormai sono diventate la normalità nella classe regina. Questo non significa che la fantasia non possa trovare uno sfogo in una classe in cui, per via del motore uguale per tutti, spesso la differenza è fatta dai particolari.

MV Agusta ha deciso di investire anche sotto questo aspetto e, infatti, l'inverno è stata l'occasione per sottoporre la moto a dei test in galleria del vento. Il primo risultato è un inedito codone che presenta un grande foro. La sua funzione non è quella di ottenere maggiore carico aerodinamico come accade in MotoGP, ma migliorare la pulizia dei flussi dell'aria e, quindi, ottenere una maggiore velocità massima.

La F2 ha aperto una nuova strada e Mauro Noccioli (capotecnico di Dominique Aegerter e responsabile per il team Forward per lo sviluppo della moto) ci ha confidato che ci sono altre idee nel cassetto.

Non resta che aspettare i prossimi test per scoprire cosa si siano inventati gli ingegneri del CRC.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti