Tu sei qui

MotoGP, Omologazione FIM per i caschi: tutto rimandato

Troppe richieste per avere la ceritificazione e l'introduzione del nuovo obbligo è stata rimandata a giugno per motomondiale e SBK

MotoGP: Omologazione FIM per i caschi: tutto rimandato


La Federazione Motociclistica Internazionale aveva annunciato, nei mesi scorsi, la nascita di un’omologazione unica per i caschi da usare in tutti i campionati mondiali. In teoria, a partire dalla prima gara del 2019, sia i piloti del motomondiale sia quelli della SBK avrebbero potuto indossare solo i caschi che avevano passato i test della FIM.

Non tutto però è andato come previsto e la Grand Prix Commission ha deciso di rimandare l’obbligo al 3 giugno. Il motivo? La Federazione non è riuscita gestire le richieste arrivate per l’omologazione e i tempi si sono allungati.

Questo significa che per le prime gare dell’anno i piloti del motomondiale (MotoGP, Moto2 e Moto3) e SBK potranno usare caschi con omologazione ECE, Snell, JIS e FRHPhe-01, per poi passare all’omologazione unica FIM il 3 giugno.

Per i piloti di tutte le altre classi (cioè MotoE, Rookies Cup, CEV e dei Mondiali Supersport, Supersport 300, Endurance e Sidecar) l’obbligo è spostato al 2020.

Meglio tardi che mai.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti