Tu sei qui

Acuto di Metge nella nona tappa, in vetta resiste Price

Oggi il gran finale con l'ultima prova della Dakar, sfida incandescente con i primi tre racchiusi in meno di sette minuti, 14° Gerini

Dakar: Acuto di Metge nella nona tappa, in vetta resiste Price

Arrivati a questo punto non resta che metterci comodi e goderci il gran finale. La tappa di giovedì, che vedrà la carovana arrivare a Lima, sarà quella che scriverà la storia dell’edizione 2019 della Dakar. Un finale quindi incandescente per il RAID con tre piloti racchiusi in meno di sette minuti. Di chi stiamo parlando? Di Toby Price innanzitutto, ovvero colui che guida la gara in sella alla KTM, grazie a un margine di un minuto e due secondi nei confronti della Husqvarna di Pablo Quintanilla. Insieme a questi due compare poi il campione in carica, ovvero Matthias Walkner, attardato dalla vetta di sei minuti e 35 secondi.

Ad attenderli 358 km, dove non ci saranno più calcoli da fare, ma soltanto spingere sull’acceleratore. La tappa odierna, ovvero l’anello di Pisco, non ha stravolto il copione della corsa. Con la partenza in linea i big si sono controllati a vicenda, evitando di prendere rischi inutile. A catturare i riflettori è stato quindi Michael Metge con la Sherco, che ha archiviato il mercoledì con il crono di 3 ore 46 minuti e 38 secondi.

Prima affermazione per il pilota francese in questa edizione della Dakar, capace di precedere all’arrivo il sorprendente Daniel Jager in sella alla Honda. Alle spalle della coppia compaiono poi Quintanilla, Walkner e Price, racchiusi in un solo secondo, con i due alfieri KTM autori dello stesso identico tempo. In casa Yamaha c’è invece da registrare il ritiro di Adrien Van Beveren, uscito di scena dopo pochi chilometri dal via. Per quanto riguarda i nostri alfieri, Maurizio Gerini e la sua Husqvarna agganciano la quattordicesima posizione.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti