Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: E' il pilota, non la moto, a fare la differenza

"Con la centralina unica nessuno ha più un chiaro vantaggio. L'uomo conta, non sono al livello di pilotaggio. In F.1, invece, la Mercedes è avanti"

MotoGP: Lorenzo: E' il pilota, non la moto, a fare la differenza

Pochi giorni al 2019, ancora in regime di stop ai test, ma sia in Giappone che in Italia si lavora in vista del prossimo campionato.
Ecco dunque sorgere le prime domande. Una di queste è stata posta su twitter da Denis Noyes, uno dei decani della categoria.

"Il passaggio di Lorenzo alla Honda trasformerà la RC213-V in una 'intoccabile'? O sarà un elemento chiave per aumentare le opportunità per gli avversari?"

Si riferiva, ovviamente, Noyes alla possibilità che la coppia Marquez & Lorenzo inizi a prodursi in una serie di doppiette capaci di lasciare agli altri solo le briciole.

La risposta alla questione è arrivata addirittura direttamente da Jorge.

"Con la centralina unica non esistono più Case intoccabili, come ancora esistono in F.1. Oggi fare la differenza a livello tecnico e più difficile. E' il pilota la parte vitale, e non solo al livello di pilotaggio.

Oggi come oggi è quasi impossibile fare molte doppiette, come accadeva cinque o dieci anni fa senza la centralina unica. In F.1 la Mercedes invece continua a dominare (anche se le monoposto hanno la centralina unificata N.d.R.), come fece la Ferrari ai tempi di Schumacher".

I numeri dicono che ciò è indubbiamente vero vista la differenza di prestazioni fra Marquez, Pedrosa e Crutchlow.

E voi cosa ne pensate?

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti