Tu sei qui

SBK, Stravolto il format: meno prove e una gara in più nel 2019

La classe regina cambia: tre turni di libere nella prossima stagione e qualifica unica, la domenica tre gare con la "Sprint" che durerà 10 giri

SBK: Stravolto il format: meno prove e una gara in più nel 2019

Share


La stagione 2019 del Mondiale Superbike sarà a tutti gli effetti quella delle novità. Se da una parte andrà a scomparire la Stock1000, dall’altra assisteremo ad una gara in più per la classe regina, ovvero quella sprint.

Andiamo però per ordine, in seguito a quanto comunicato dall'Organizzatore dopo l'incontro tra Dorna e FIM. Nella prossima stagione la Superbike vedrà una sessione di prove libere in meno, di conseguenza di torna a tre. Al venerdì ci saranno quindi due turni come era fino al 2017, mentre rimangono invariati i programmi di SSP e SSP300, con due libere a testa.

La giornata di sabato è quella che vedrà le maggiori modifiche. Già perché la Superpole si trasformerà in una singola sessione di qualifica per tutte le classi. I risultati finali andranno poi a delineare la griglia di partenza di Gara 1 WorldSBK e della Gara Sprint della domenica, che si chiamerà Gara Tissot Superpole.

Per quanto riguarda invece la Supersport300, i piloti che non si saranno qualificati per la prima gara avranno la cosiddetta “gara dell’ultima occasione” che segue la qualifica. I primi sei si assicureranno gli ultimi sei posti della griglia di partenza.

Novità anche per la domenica, dove sono previste quattro gare. La prima sarà quella Sprint della SBK, composta da 10 giri (per tutta la durata della stagione). L’assegnazione dei punti seguirà il seguente regolamento: 12-9-7-6-5-4-3-2-1. Non ci saranno invece cambiamenti per Gara 1 e Gara 2, dove il sistema rimarrà invariato. 

Per quanto riguarda Gara 2, la griglia di partenza sarà determinata dalle prime nove posizioni della Gara Tissot Superpole e dalla decima posizione in poi dalla Tissot Superpole.

Share

Articoli che potrebbero interessarti