Tu sei qui

Moto2, Bulega: "Il 2019 sarà per me un nuovo inizio"

VIDEO. "Ho passato un anno difficile, è stato frustrante ma ho imparato tanto. Sulla Moto2 mi trovo già meglio e Marini sarà uno stimolo"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Il nostro appostamento davanti alla macchinetta della VR46 ha dato un’altra volta buoni frutti. Dopo avere scambiato quattro chiacchiere con Luca Marini, abbiamo incontrato il suo compagno di squadra. Niccolò Bulega arriva da un anno complicato, in cui sono mancati i risultati e finito con un infortunio domestico alla mano che lo ha costretto a saltare gli ultimi GP della stagione.

È stata una stagione difficile, era partita abbastanza male perché nei primi test avevo ancora male al piede infortunato a Valencia l’anno prima e ancora non è perfettamente guarito - ha ricordato - Ho fatto tutto il 2018 cercando di recuperare da questo infortunio e poi le prestazione sono anche state influenzate dal mio fisico, ho fatto fatica e le sensazioni con la moto non sono mai state ottime”.

In certi momenti, per un pilota, è fondamentale tenere duro e mantenere le motivazioni.

Non è stato facile - ha continuato -  perché in tanti si aspettavano molto da me al mio terzo anno in Moto3, dovevo fare bene. Per una serie di motivi non ci sono riuscito ed è stato frustrante, ma ora sono contento di fare il salto di categoria”.

Il suo futuro è in Moto2.

È un nuovo inizio ma voglio rimanere me stesso per ripartire - ha sottolineato - Quest’anno di cose ne ho imparate tante, come non darmi mai per vinto”.

Niccolò sarà sulla Kalex con motore Triumph, nella stessa squadra, lo Sky Racing Team, ma con un gruppo di lavoro nuovo. Le prime impressioni nei test a Jerez sono state incoraggianti.

Mi trovo già meglio sulla Moto2, anche solo salendoci da fermo - ha scherza - I primi test sono andati molto bene, sono contento di come mi sono trovato con la squadra. È venuto fuori un bel tempo, ma la cosa più importante sono stati i miei progressi. Sono contento di avere un compagno di squadra forte come Luca perché, oltre a potermi insegnare molto, è anche un grande stimolo”.

Per rivedere tutte le nostre interviste iscrivetevi al canale YouTube di GPOne.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti