Tu sei qui

MotoGP, “Non capisco come Marquez sia riuscito a vincere il Mondiale”

Parla il dottor Mir: “L’intervento alla spalla è stato molto più complicato del previsto, non poteva più continuare in queste condizioni”

MotoGP: “Non capisco come Marquez sia riuscito a vincere il Mondiale”

La stagione si è da poco conclusa e Marc Marquez non ha voluto perdere tempo per fare un tagliando di fine anno. Nella giornata di martedì, il pilota spagnolo si è infatti sottoposto all’intervento chirurgico per sistemare la spalla sinistra lussata più volte nel corso della stagione, l’ultima proprio in occasione del weekend di Valencia.

L’operazione è perfettamente riuscita e adesso ci saranno sei settimane di riabilitazione ad attendere lo spagnolo. Le condizioni di salute del sette volte campione del mondo hanno colpito non poco il dottor Xavier Mir, che ha seguito l’intervento assieme ai colleghi Teresa Marlet e Victor Marlet.

In un’intervista apparsa sul quotidiano online Marca.com, il medico ha infatti commentato di essere sorpreso da quanto fatto nell’ultima stagione dal 93: “Non capisco come sia riuscito a vincere il Mondiale con una spalla del genere - ha dichiarato il medico alla testata spagnola – credo che tutto ciò sia un merito per Marc, dato che ha fatto qualcosa di veramente complicato”.

Xavier Mir entra poi nel merito di quanto svolto: “La testa dell’omero era uscita in tutte le direzioni – ha spiegato – di conseguenza siamo intervenuti in due modi. Inizialmente attraverso la chirurgia aperta, mettendo una un osso che bloccasse nella parte anteriore, in seguito per artroscopia abbiamo riparato tutti i legamenti del braccio sinistro. È stata un’operazione molto complessa, più del previsto – ha aggiunto – solitamente la situazione non si risolve al 100%, ma abbiamo subito svolto un test per vedere la stabilità della spalla, muovendola in più punti, e non ci sono stati problemi, dato che è risultata ben fissata. Questo è un aspetto positivo dopo il lavoro svolto”.

Adesso il pilota della Honda inizierà il proprio percorso di recupero: “Nei prossimi giorni valuteremo la situazione per capire i miglioramenti – ha concluso il dottor Mir – procederemo passo dopo passo, senza aver fretta di velocizzare le tappe, anche se più volte è accaduto che i pazienti riescano a guarire prima del tempo stabilito”.   

    

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti