Tu sei qui

Moto2, Test Jerez: Baldassarri sigla il miglior crono, Martin subito Ko

Ottimo debutto per Bulega, 6°. Il campione del mondo Moto3 invece cade e si procura due fratture al debutto in Moto2

Moto2: Test Jerez: Baldassarri sigla il miglior crono, Martin subito Ko

Il primo giorno di test invernali a Jerez della Moto2 ha di fatto aperto una nuova era per la categoria di mezzo del motomondiale. Dopo il periodo legato alla fornitura unica dei propulsori targati Honda, in questa giornata tutti i piloti hanno saggiato per la prima volta le doti del nuovo motore Triumph, il tre cilindri britannico che ha preso il posto del plurifrazionato giapponese.

Nota assolutamente positiva il sound dei nuovi motori, che nella sua configurazione da 765 cc, emette letteralmente una sinfonia per gli amanti della meccanica. Un sound molto più cupo e secco rispetto a quello del precedente propulsore. Aggiungendo i pareri sostanzialmente favorevoli dei piloti su potenza e nuova erogazione, si può dire che in questa seconda era la Moto2 sarà tutt'un'altra musica da tutti i punti di vista.

Ricordiamo che anche l'elettronica ha fatto un incredibile passo in avanti con l'avvento del nuovo propulsore. Insomma, un cambiamento davvero epocale che toglie i riferimenti ai piloti più esperti della categoria e forse rende il lavoro dei debuttanti diverso rispetto al passato.

Osservando la classifica dei tempi al termine della prima giornata, sembra che il Team Pons abbia quanto meno individuato un ottimo assetto per le proprie Kalex, visto che in cima alla lista c'è Lorenzo Baldassarri. Quarto invece è il suo compagno Fernandez, autore di un ottimo finale di stagione nel 2018. Il Balda è stato ad un passo dalla MotoGP in questa stagione, ma non si sono aperto le giuste porte per il pilota della VR46 Academy. Poco male, visto che nella prossima stagione Lorenzo può senza dubbio considerarsi uno dei favoriti nella corsa al titolo.

Tante conferme anche da Luca Marini, che ha perso Bagnaia al suo fianco ma ha guadagnato nel box un Nicolò Bulega assolutamente in forma. Il fratello di Valentino Rossi ci ha messo poco a prendere confidenza con la nuova configurazione della Moto2, che nel 2018 è arrivato a padroneggiare ad altissimi livelli. Il secondo tempo conferma la grande crescita di Marini, che potrebbe essere l'uomo perfetto per raccogliere il testimone di Bagnaia.

Ottimi riscontri anche per Bulega, che non era al debutto assoluto su una Moto2, avendo già avuto modo di provarla in passato. In quella circostanza riuscì a girare a meno di mezzo secondo da Bagnaia, dimostrando di essere pronto per il passaggio nella middle class. Il test di oggi ha confermato quelle impressioni, con Bulega a meno di mezzo secondo dal più esperto compagno di squadra e settimo in classifica. Lavoro da fare ce n'è, ma la scelta di portare Nicolò in Moto2 sembra assolutamente indovinata.

Bel primo giorno di Test per Sam Lowes, al rientro nel team Gresini e terzo nella classifica combinata. Ottimo rientro in Moto2 per Thomas Luthi, che dopo la stagione sfortunata in sella alla Honda del Marc VDS è stato accolto dal Team Intact GP. Lo svizzero ha dalla sua una grandissima esperienza e potrebbe essere della partita per risultati importanti nel 2019. Assieme al tedesco Schrotter, oggi sesto in classifica, forma una coppia di piloti forti ed esperti. 

MV AGUSTA MOTO2 - TEST JEREZ

Non è stato entusiasmante il debutto per la neonata MV Agusta del Forward Racing, ma da un progetto così giovane non ci si poteva aspettare un risultato ad effetto. Aegerter e Manzi sono rispettivamente 21° e 22° nella lista dei tempi. Il margine di crescita è palese e di certo la classifica dei tempi sarà scalata nel corso del test.

TEST JEREZ MOTO2 - DEBUTTI DIFFICILI PER I ROOKIES DELLA CATEGORIA

CADUTA DI JORGE MARTIN A JEREZ

Un discorso a parte lo meritano i Rookies che per la prima volta hanno messo alla prova il proprio talento sulle Moto2. Detto di Bulega, è stato un vero disastro il primo giorno di scuola per Jorge Martin. Lo spagnolo è volato via ed ha riportato una doppia frattura alla gamba destra che ovviamente l'ha messo fuori combattimento per il resto dei test. Jorge era anche stato veloce, prendendosi il quindicesimo tempo di giornata a poco più di un secondo dalla vetta. 

Buon debutto anche per Fabio Di Giannantonio, che dopo aver a lungo desiderato la Moto2 è riuscito a coronare il proprio sogno grazie alla Speed Up. Diciottesimo tempo all'esordio e un lavoro senza intoppi per prendere confidenza con la moto. Alle sue spalle l'altro italiano debuttante, ovvero Enea Bastianini. Bestia porterà in gara i colori del Team Italtrans, lo stesso che in passato ha permesso a Morbidelli e Pasini di brillare in Moto2. 

Leggermente più indietro Marco Bezzecchi, per la prima volta in pista sulla KTM del Tech3. L'italiano è ventiseiesima posizione al termine della prima giornata, ma è probabile che abbia deciso di avere un approccio molto conservativo alla categoria, evitando magari di commettere errori che qui si fanno pagare ad un prezzo molto caro. 

TEST JEREZ MOTO2 - CLASSIFICA PRIMA GIORNATA

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti