Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso: "Bagnaia? La sua prestazione non mi ha stupito"

"È stato bravo, ma ora è molto più facile arrivare subito al limite. La GP19 ha qualcosa di interessante, preferisco però aspettare Jerez" 

MotoGP: Dovizioso: "Bagnaia? La sua prestazione non mi ha stupito"

Share


Soli 133 millesimi hanno separato Andrea Dovizioso dal miglior tempo nella seconda giornata di test a Valencia. Il pilota della Ducati ha sfruttato la giornata per provare la GP18 e la GP19, trovando buone sensazioni. Il bilancio non può quindi che essere positivo, anche se il forlivese non si sbilancia.

Questa Ducati ha qualcosa di interessante – ha esordito Andrea - le sensazioni sono buone, anche se dobbiamo confermarci su un’altra pista. Ovviamente non è semplice, però siamo riusciti a partire nel modo migliore. Sarà quindi importante capire quale strada seguire con la moto nuova”.

L’aspetto principale resta sempre quello.

“La percorrenza in curva – ha ribadito - le sensazioni sono migliori, ma si tratta di dettagli. Dovremo decidere come comportarci a Jerez e con un asfalto diverso rispetto a quello di Valencia. Diventa quindi importante avere un altro test prima della sosta”.

Dal volto di Dovizioso trapela quindi fiducia.

Oggi è andata meglio di ieri – ha sottolineato - si tratta di cose piccole da confermare poi su un altro tracciato. Non è così scontato trovare degli aspetti positivi in cosi poco tempo”.

Nel box con lui c’è anche Danilo Petrucci, al secondo giorno da ufficiale.

Abbiamo provato diverse cose al posteriore, però non so se anche Danilo si sia soffermato su quello. Penso di aver sentito qualcosa di meglio, anche se preferisco non dare già da ore troppe sentenze. Come ho detto si tratta di piccoli dettagli, dato che le condizioni su cui proveremo prossimamente saranno diverse e tutto potrà cambiare velocemente”.

In merito ai test, Andrea Dovizioso ha le idee ben chiare riguardo come comportarsi.

“Io chiedo e voglio sempre sapere prima di salire in moto, perché nelle due ruote entri in mondo talmente complicato e difficili da capire le differenze. È vero che ci sono pro e contro nel sapere prima o dopo eventuali novità apportate sulla moto, ma secondo a saperlo prima aiuta a focalizzarti su certi aspetti, sentendoli meglio”.

L’attenzione si sposta poi sulla sorpresa Bagnaia.

“Pecco è scattato molto bene e sono stupito fino ad un certo punto della sua prestazione, dico così perché la Ducati è bilanciata e non è così complicato arrivare ad un certo livello. Di sicuro la sua è stata una bella partenza, così come per Mir”.

L’ultima battuta è invece su Lorenzo.

“L’ho visto in tv e non mi sembra male. Forse non è a proprio agio nel fare ciò che vuole con una moto nuova, da fuori mi sembra all’inizio. Il risultato di questo test conta comunque poco, perché l’unica cosa che vale sono le sensazioni con la moto”.  

Articoli che potrebbero interessarti