Tu sei qui

MotoGP, Pedrosa: “Doveva essere il mio ultimo GP, alla fine ne ho corsi due”

Dani: “Mi sono sempre lasciato trasportare dai sentimenti e non nascondo che avrò paura da domani, anche perché a 13 anni non ne avevo"

MotoGP: Pedrosa: “Doveva essere il mio ultimo GP, alla fine ne ho corsi due”

Una volta sceso dalla propria moto è stato accolto con applausi e abbracci, come se fosse lui il vincitore del GP di Valencia. Dani Pedrosa archivia la sua avventura nel Motomondiale con il quinto posto al Ricardo Tormo, al termine di una gara condita da numerosi colpi di scena e cadute.

“È molto strano che sia stata l’ultima gara, però ho ricevuto un regalo particolare questa domenica, dato che mi sono ritrovato a disputare due GP anziché uno. Questo ultimo Gran Premio si è rivelato molto impegnativo per tutti i piloti, infatti abbiamo assistito a molte cadute”.

Sul volto di Dani non mancava l’emozione.

Una volta sceso dalla moto ho visto i miei genitori emozionati, ma io lo ero di più prima della gara che dopo. A livello emotivo posso dire di aver vissuto meglio di quanto mi aspettassi questo weekend, anche perché ho pensato fosse la mia ultima gara solo nel giro conclusivo. È stato un attimo, perché se mi fossi focalizzato su quello sarei finito subito a terra”.  

In questa giornata non è poi mancato un messaggio di stima e ammirazione da parte di Casey Stoner nei confronti del 26.

Lo ringrazio per le belle parole. Devo dire che nella mia carriera ho combattuto con dei piloti super e dispiace se ha volte si guarda solo al risultato finale. Con Casey ci sono state diverse battaglia. Nella mia carriera ho sempre guidato con un stile diverso dagli altri piloti, ovvero fuori dal comune. Non potevo fare altro a causa degli handicap che avevo e di tutti gli infortuni che ho rimediato nella mia vita”.

Dani cita infatti gli incidenti che lo hanno ostacolato non poco. A parte ciò è già tempo di pensare al futuro.

Diciamo che dovendo andare all’ospedale dopo le cadute è stata una scusa utile per non sottopormi alle interviste – ha scherzato – dopo oggi mi mancherà molto vincere, inoltre devo dire che mi ha fatto strano sentire solo belle parole verso di me in questo fine settimana”.

Tutti sono curiosi di sapere cosa farà da domani.

"Non so cosa succederà, perché mi sono sempre lasciato trasportare dai sentimenti. Di sicuro le prossime settimane saranno piene di impegni, infatti avrò molto tempo occupato. Poi a gennaio sarò in sella alla KTM per i test di Sepang. Posso comunque dire che questo addio al Motomondiale mi fa paura, dato che a 13 non ne avevo quando passai dalla Movistar Cup al CEV”.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti