Tu sei qui

MotoGP, Iannone: “Alla Suzuki non servono grandi cambiamenti con la pioggia”

Andrea: “Siamo sulla giusta strada in vista del sabato”. Rins: “Valencia è una delle migliori piste per il drenaggio dell’acqua, le novità solo nei test”

MotoGP: Iannone: “Alla Suzuki non servono grandi cambiamenti con la pioggia”

Il venerdì di Valencia ha messo tutti a dura prova, ma Andrea Iannone è riuscito a consolarsi con un sesto tempo che gli regala la giusta fiducia in vista del sabato. Al momento l’accesso diretto alla Q2 è in cassaforte, ma si dovrà aspettare la FP3 per averne la certezza.

È stata una giornata complicata – ha ammesso Andrea – c’era molta acqua in pista, però abbiamo lavorato bene. Serve comunque compiere qualche piccolo passo avanti in vista del sabato, in modo da essere vicino ai migliori”.

Andrea preferisce comunque guardare il bicchiere mezzo pieno.

“Siamo riusciti a capire su quali aspetti concentrarci, ovvero come migliorare l’assetto sulla moto, in particolare in frenata ed inserimento. Nonostante ciò posso dire che siamo sulla giusta strada, anche perché ho riscontrato fiducia con il grip al posteriore”.

Anche Iannone preferiva incontrare condizioni d’asciutto.

“Le condizioni sono uguali per tutti e di conseguenza questo non mi preoccupa – ha avvisato - purtroppo il meteo non possiamo cambiarlo. Abbiamo lavorato senza cambiare le gomme, guardando quindi in ottica gara. Diciamo che qua a Valencia  il lavoro che svolgi sul bagnato è come quello sull’asciutto, anche se devo ammettere che la Suzuki non ha bisogno di grandi cambiamenti, semmai dettagli”.

L’ultima battuta riguarda le condizioni del tracciato.

“Direi al limite, ma accettabile. Alla curva 8 si creano delle grosse pozzanghere e la moto sgomma. La visibilità è bassa, ma l’importante è stare davanti in questi casi”.

Chi aggancia invece la decima piazza è il compagno Alex Rins. Lo spagnolo precede infatti l’Aprilia di Aleix Espargarò per soli due millesimi.

“Essere in questa posizione è positivo – ha commentato – ho tra l’altro sfruttato la sessione del pomeriggio per svolgere un lavoro di confronto con le gomme. Non ero molto convinto della media, però le sensazioni sono state buone”.

L’attenzione si sposta poi sulle condizioni della pista.

“Questa è una delle migliori in quanto a drenaggio dell’acqua. È vero che c’erano della grosse pozze, però in generale la situazione è positiva. Forse in rettilineo la moto sgomma troppo”.

Mentre sulle novità portate da Suzuki in vista dei test.

“Non anticiperemo nulla – ha svelato Alex - questo è un fine settimana di gara e come tale deve rimanere. Al 2019 penseremo da lunedì”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti