Tu sei qui

Moto2, FP1: Lecuona mago della pioggia, 5° Baldassarri

Lo spagnolo rifila otto decimi a Marquez e nove ad Oliveira. 6° Bagnaia, 13° Corsi, più attardati gli altri azzurri 

Moto2: FP1: Lecuona mago della pioggia, 5° Baldassarri

È iniziato l’ultimo weekend stagionale della Moto2, con Pecco Bagnaia campione e la pioggia a farla da padrone. Le precipitazioni infatti si erano interrotte durante la prima parte del turno, salvo poi riprendere mantenendo il turno completamente bagnato.

Chi ha trovato pane per i suoi denti nelle condizioni di bagnato è stato Iker Lecuona, capace in sella alla sua KTM di fermare sul finale il cronometro sul tempo di 1’46”705, rifilando ben otto decimi (0.798) ad Alex Marquez, il primo degli inseguitori. L’unico altro pilota ad incassare meno di un secondo da Lecuona è Miguel Oliveira, a nove decimi.

Approfitta dell’asfalto bagnato Joe Roberts, che nonostante una caduta è quarto seppur ad un secondo, seguito dai coinquilini Lorenzo Baldassarri e Pecco Bagnaia, che sfoggia orgoglioso il numero uno nel box del team Sky VR46. Settima piazza per Schrotter, mentre Odendaal (caduto nel finale) è ottavo. Futuri piloti motoGP chiudono la top ten, con Fabio Quartararo preceduto da Joan Mir, entrambi con più di un secondo e mezzo di ritardo.

Parlando degli altri italiani, Simone Corsi (confermato dal team Tasca per il 2019) è 13° nonostante una caduta, mentre i due piloti del team Italtrans sono uno dietro l’altro, con Andrea Locatelli 19° e Mattia Pasini 20°, entrambi protagonisti di una caduta.

Luca Marini è 24°, complice un problema tecnico che lo ha relegato per larghi tratti ai box, mentre Tommaso Marcon (in pista con Speed Up) e Federico Fuligni chiudono la classifica senza rientrare nei qualificati, complice anche una caduta a testa.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti