Tu sei qui

Kymco Supernex: la SBK del nuovo mondo

La casa taiwanese svela un concept che unisce l'appeal delle race-replica "convenzionali" alla motorizzazione elettrica. Ha il cambio ed un motore che romba

EICMA: Kymco Supernex: la SBK del nuovo mondo

Una moto che mette insieme due mondi, quello delle attuali ed aggressive sportive con quello che sarà il futuro dei motori: l'elettrico. La SuperNEX presentata ad EICMA 2018 è una race replica a tutti gli affetti e si distingue nettamente dalle attuali proposte in questo settore per assomigliare a tutto tondo ad una SBK pronta a scendere in pista (oltre che sulle strade). 

Dalla sua la caratteristica di abbinare a linee aggressive ed attuali -  in pratica quanto già vediamo sulle sportive di oggi - ad uno schema tecnico che saremo sempre più destinati a vedere sulla moto del futuro. Quindi telaio perimetrale doppio trave in alluminio con forcellone posteriore, anche esso in alluminio, che arrivano dal mondo delle gare. A fare la differenza è il cuore, il motore, che in questo caso è una soluzione elettrica.
 
Gli uomini Kymco no dichiarano la potenza, ma qualche dato lo hanno comunque rilasciato: accelerazione 0-100 in 2,9 secondi, mentre per i 200 bastano 7,9 secondi. La velocità massima di 250 Km/h viene raggiunta in poco meno di 11 secondi (10,9 per l'esattezza). 
Dati notevoli ma al momento non sufficienti a farci capire di più sulla SuperNEX. Attualmente lo sviluppo di questa futuristica sportiva è focalizzato sulle batterie, al momento al litio, ma che non garantiscono, per capacità ed autonomia, prestazioni sufficienti a renderla funzionale in un utilizzo, oltre che sportivo, anche stradale. 
Ed è proprio questo limite tecnico (fondamentale per una unità elettrica) che allo stato attuale impedisce ai tecnici Kymco di sbilanciarsi su una eventuale commercializzazione. Si cerca di rendere le batterie prestazionali, ma sufficientemente compatte per non gravare sugli ingombri del sistema motore.

COME UN MOTORE A SCOPPIO - Ma gli spunti interessanti comunque non mancano su questa sportiva coreana: un impianto acustico simula il rombo di un motore a scoppio selezionabile in quattro modalità, a seconda delle mappe motore impostate: dalla più tranquilla e silenziosa alla più aggressiva e sportiva.
A garantire una guida simile alle moto "tradizionali" ci pensa un cambio a sei rapporti (dotato anche di quick-shifter che lavora in abbinamento ad una frizione con antisaltellamento. Per finire non mancano il controllo di trazione, l'anti-impennamento monitorate da un sistema, FEP (Full Engagement Performance) che governa tutta la parte elettronica della SuperNEX.

Come già detto al momento la SuperNEX resta un concept e non è dato sapere quando - e se- sarà sul mercato. Non resta che attendere dunque prossimi futuri sviluppi

   

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti