Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso-Lorenzo: niente strette di mano a EICMA

Jorge: “Ducati ci ha detto di parlare bene a vicenda a Brno, ma Andrea non l’ha fatto. Ciabatti: “Abbiamo incontrato i piloti, non ci sono incendi da spegnere”

MotoGP: Dovizioso-Lorenzo: niente strette di mano a EICMA


Le loro strade si sono incrociate nuovamente a EICMA, dove Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso erano ospiti nella giornata di apertura del Salone allo stand Ducati. L’appuntamento lombardo doveva essere l’occasione per un chiarimento a seguito di quanto accaduto a Sepang durante l’ultimo weekend di gara. La polemica a distanza tra i due non è proprio andata giù alla Casa di Borgo Panigale, che ha deciso di chiamare i due a rapporto.  

Incalzato sulla vicenda, il maiorchino ha confermato la propria posizione: “Le dichiarazioni di Dovi mi hanno sorpreso e non credo siano state giuste –ha detto Jorge - a Brno la Ducati ci ha detto di non parlare male l’uno dell’altro e invece Andrea ha detto quello che sapete. Non voglio alimentare polemiche, ma sapete ciò che penso”.

Immediata la risposta da parte del forlivese:  Non ho alcun problema, tra l’altro questo non lo reputo tale – ha sottolineato Andrea - le persone mature parlano e di persona”. A calmare gli animi è toccato quindi a Paolo Ciabatti:Abbiamo incontrato i due piloti separatamente, ma non ci sono stati incendi da spegnere- ha svelato il direttore sportivo Ducati - come ho detto già in qualche occasione, la squadra è più importante dell’ego di ogni singolo. In fondo anche Jorge e Andrea sono persone umane e in situazione particolari possono reagire in qualche modo che non fa piacere. Forse in questo caso si sono presi un po’ di punta, ma tra di loro c’è rispetto e quello che conta è che siamo riusciti a riportare questa situazione nell’ambito di una sana rivalità sportiva”.

Dovi e Jorge hanno quindi evitato che la polemica continuasse, ma strette di mano tra i due non se ne sono visti:  “Ci sarà, ma non è questo il problema – ha sottolineato il direttore sportivo Ducati Corse – è chiaro che non è stato bello sentire queste dichiarazioni da parte di Andrea e di seguito la reazione di Jorge, che come ricordo è alla prese con un brutto infortunio che lo tiene bloccato da alcune gare – ha concluso Ciabatti – con entrambi abbiamo comunque fatto chiarezza. Forse, in Malesia, Andrea è stato chiamato a commentare una cosa di cui non c’era bisogno e magari si riferiva più che altro a una situazione legata a eventuali problemi di tipo contrattuale. Abbiamo comunque sgombrato il campo da ogni dubbio ed è ciò che importa”.

I due li ritroveremo nuovamente a Valencia, quando sulla pista del Ricardo Tormo condivideranno per l’ultima volta il box della Rossa. Poi le loro strade si separeranno con il maiorchino che imboccherà quella conduce al box della Honda. Dovizioso inizierà invece concentrarsi sulla GP19, dove non manca l’attesa per la nuova moto: “La GP19 non sarà nella versione definitiva fino alla prima gara – ha concluso Ciabatti – eventuali novità aerodinamiche arriveranno nell’ultimo test che precederà il GP del Qatar, anche se quella attuale ha dimostrato di avere grande potenziale”.

Articoli che potrebbero interessarti