Tu sei qui

MotoGP, A. Espargarò: “L’Aprilia poteva puntare alla seconda fila”

Delusione sul volto dello spagnolo: “Ho perso l’anteriore e sono finito a terra, ma abbiamo il ritmo che serve in qualunque condizione”

MotoGP: A. Espargarò: “L’Aprilia poteva puntare alla seconda fila”

E pensare che le ambizioni non mancavano, ancora di più dopo essersi garantito l’accesso alla Q2. Le qualifiche della Malesia lasciano l’amaro in bocca ad Aleix Espargarò, costretto ad accontentarsi del dodicesimo tempo a causa di una caduta nei primi minuti della sessione.

Per il portacolori si preannuncia un GP tutto alla rincorsa.

Ci aspetta una gara impegnativa, se dovessero esserci le stesse condizioni di oggi – ha avvisato il pilota -  bisognerà gestire e non commettere errori, preferirei correre sull'asciutto ma devo dire che mi sono trovato piuttosto bene in tutte le sessioni. Viste le condizioni della Q2, sapevo che il tempo andava fatto nel primo o nel secondo giro – ha aggiunto - stavo spingendo forte, ero veloce ma purtroppo mi si è chiuso l'anteriore e sono scivolato”.

Non manca quindi il dispiacere sul volto dello spagnolo, che inseguiva un obiettivo ben definito.

È un peccato perché potevamo puntare alla seconda fila – ha sottolineato – penso comunque di avere un buon ritmo e allo stesso tempo di essere competitivo, sia con l’asciutto che con il bagnato”.

Un casella dietro ad Aleix scatterà invece il compagno Scott Redding.

Nonostante il tredicesimo posto, mi aspettavo di più dalla qualifica – ha detto il britannico - sono sempre andato forte sul bagnato, ma non siamo ancora riusciti a risolvere i nostri problemi. Faccio fatica a girare e mi manca grip – ha aggiunto - dopo pochi giri sollecito troppo la gomma anteriore e questo mi impedisce di trovare il ritmo. Cercheremo una soluzione in vista della gara che sarà difficile”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti