Tu sei qui

MotoGP, Rossi a Sepang per la "rivincita" su Vinales

Valentino ancora deluso per Phillip Island: "l'obiettivo è essere competitivi sempre". Maverick galvanizzato: "spero di vincere ancora quest'anno"

MotoGP: Rossi a Sepang per la "rivincita" su Vinales

Rossi e Vinales non potrebbero arrivare in Malesia con un umore più differente. Se Maverick è logicamente galvanizzato dopo la vittoria a Phillip Island (“è di aiuto, ha dato alla squadra motivazione” dice il team manager Meregalli), Valentino non può che essere deluso per il 6° posto racimolato in Australia.

Il GP di Sepang sarà importante per il Dottore per avere, nel giro di pochi giorni, un’altra possibilità per dimostrare di essere allo stesso livello del compagno di squadra, e per la Yamaha per capire se i miglioramenti della M1 verranno confermati. L’anno scorso, sul bagnato, era stato Zarco a salvare la gara con un podio, mentre i due piloti ufficiali avevano rimediato distacchi abissali, nel 2016, però, Valentino era stato secondo.

Sfortunatamente in Australia ho perso punti importanti per il campionato e sono molto deluso per questo, ma sono anche contento per Maverick e per la Yamaha - commenta Rossi - Ora ora dobbiamo concentrarci sull’ultima gara di questo trittico a Sepang e sarà importante avere un buon fine settimana. Dobbiamo continuare a lavorare sodo perché il nostro obiettivo è quello di essere competitivi in tutte le gare. Sepang non è uno dei nostri circuiti preferiti, ma dobbiamo fare del nostro meglio per ottenere il migliore risultato possibile”.

Obiettivo condiviso anche dallo spagnolo, che ora si sente forte e pronto ad affrontare il fine settimana malese. Vinales aveva bisogno di un risultato che scacciasse i fantasmi del passato e una vittoria è il migliore esorcismo, se così possiamo chiamarlo.

Dopo la vittoria in Australia, sinceramente, sono molto contento - dice - La squadra ha lavorato molto duramente per superare la crisi in cui ci trovavamo. Ora mi sento bene e ho riacquistato la mia fiducia, ma bisogna pensare alla prossima gara a Sepang”.

Siamo molto motivati, è un circuito in cui troveremo un clima molto diverso da quello che abbiamo avuto a Phillip Island e Motegi, fa sempre molto caldo e questo rende la gara molto impegnativa dal punto di vista fisico - continua - Penso che abbiamo fatto un importante passo in avanti in Australia e ora mi sento bene sulla mia M1. Siamo sulla strada giusta e, se continueremo così, spero di potere finire la stagione con più vittorie”.


Articoli che potrebbero interessarti