Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: "Spero di correre a Sepang, ma sarà dura"

Jorge torna dopo l'infortunio: "non ho potuto allenarmi ed è una pista impegnativa". Dovizioso sicuro: "voglio vincere nuovamente"

MotoGP: Lorenzo: "Spero di correre a Sepang, ma sarà dura"

Lorenzo è già arrivato in Malesia ed è pronto a tornare sulla sua Ducati. Dopo essere stato costretto a dare forfait in Giappone e in Australia e dopo essersi operato al legamento del polso sinistro lesionato a Buriram, Jorge spera di potere correre le due ultime gare sulla Rossa prima dell’addio.

Innanzitutto dovrà sottoporsi a una visita dei medici del circuito di Sepang per avere il loro nulla osta, poi potrà capire quali siano le sua condizioni una volta in moto. Il maiorchino, giocoforza, non ha potuto allenarsi molto nelle ultime due settimane e tantomeno provare una moto.

Sono passati solo otto giorni da quando sono stato operato al legamento del polso sinistro - ricorda - ma mi sento un po’ meglio. Certo che l’intervento è ancora molto recente e quindi dovremo aspettare quando salirò in moto per capire come risponderà il polso e se avrò ancora molto dolore quando guido”.

Per avere una risposta, dovrà aspettare le prove libere di venerdì. Comunque anche Michele Pirro è in Malesia, pronto a sostituirlo nel caso non possa correre.

Giovedì mi farò visitare dai medici del circuito per valutare le mie condizioni e spero di poter correre anche se non sarò al 100% - afferma - Non sono stato in grado di allenarmi per diversi giorni e il circuito di Sepang è molto impegnativo, e quindi questo non è sicuramente lo scenario migliore per tornare in pista”.

Ed è un peccato, perché la Ducati ha dimostrato di andare veramente forte a Sepang. Basti ricordare che le due ultime edizioni del GP sono state vinte da Dovizioso e lo scorso anno fu doppietta con Jorge 2°. Le premesse per fare bene ci sono tutte.

Andrea non ha dubbi su quale sia la sua missione: “il nostro obiettivo principale in Malesia è provare a vincere nuovamente il GP e sicuramente possiamo essere competitivi qui a Sepang”.

Naturalmente il Dovi sa che non c’è nulla di scontato.

Questa stagione è diversa dalla scorsa per tante ragioni - osserva - La lotta per il secondo posto in campionato sta diventando sempre più interessante e Rossi è sempre molto vicino, anche se in Australia ho guadagnato qualche punto su di lui, e quindi dobbiamo rimanere concentrati perché questa è una pista dove lui è sempre andato molto forte”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti