Tu sei qui

Pramac in MotoE con De Angelis e Hook nel 2019

Presto ufficializzati dalla squadra toscana Alex e Josh, campione del mondo Endurance in carica. Una coppia ricca di talento ed esperienza

MotoE: Pramac in MotoE con De Angelis e Hook nel 2019

Diventa ogni giorno più definito il volto del campionato MotoE che debutterà nel 2019. La serie che vedrà scontrarsi in pista prototipi a propulsione elettrica in regime di fornitore unico, ruolo ricoperto dall'italiana Energica, sta riscontrando i favori di manager e piloti, permettendo di fissare un livello molto elevato di professionalità per la stagione di esordio. 

Dopo la conferma di Matteo Ferrari con il Team Gresini, e di Nico Terol con la squadra Angel Nieto, giungerà presto anche la conferma di un altro importante tassello che riguarda Paolo Campinoti e la Pramac.

Manca solo un comunicato ufficiale, ma è ormai certo infatti che il Team Pramac abbia deciso di schierare in pista nel 2019 nel campionato MotoE la coppia di piloti formata da Alex De Angelis e Josh Hook. Il pilota di San Marino non ha ovviamente bisogno di presentazioni, essendo una vecchia conoscenza del paddock del mondiale, con una lunghissima carriera vissuta sempre al vertice e spaziando in tutte le classi del campionato.

De Angelis ha infatti debuttato in 125, salendo poi tutti i gradini del Paddock fino ad arrivare in MotoGP, per poi sperimentare anche la SBK con Aprilia e Kawasaki. Diversi i trascorsi per Josh Hook, campione del mondo in carica nel mondiale Endurance, grazie all'affermazione colta con il Team TSR Honda e volto noto anche nel Paddock del motomondiale avendo corso sia in 125 che Moto2, per poi concentrarsi sulle derivate di serie.

Pramac potrà dunque contare su una coppia molto competitiva, formata da piloti che hanno dimostrato grandissimo talento e che sono accreditati di una grande esperienza che sarà senza dubbio fondamentale soprattutto nella stagione di debutto per i prototipi elettrici. Nei box ci sarà moltissimo lavoro da fare per trovare l'equilibrio ciclistico di queste moto, e la sensibilità dei piloti potrà essere una dote essenziale per le squadre che vorranno emergere.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti