Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso insaziabile: davanti a Marquez nel warm up

A Motegi è di nuovo un testa a testa fra i due rivali, seguiti da Crutchlow, Iannone, Rins e Rossi. In Moto3 svetta Sasaki, in Moto2 Fernandez

MotoGP: Dovizioso insaziabile: davanti a Marquez nel warm up

Andrea Dovizioso non ha voluto fare alcuno sconto ai suoi avversari e, dopo essersi preso ieri la pole, questa mattina si è messo dietro tutto nel warm up di Motegi, disputato sotto un sole caldo. Il forlivese è stato autore del miglior tempo in 1’45”409 e, neanche a dirlo, il suo più diretto inseguitore è stato Marquez, staccato di 0”271.

Entrambi hanno usato per i 20 minuti di prove una gomma media al posteriore (nuova per Dovi, usata per Marc) mentre all’anteriore il pilota Honda ha usato la stessa mescola, mentre quello Ducati è andato sulla soft.

C’è anche un’altra cosa da notare: Marquez e Dovizioso hanno iniziato entrambi il turno con una gomma morbida al posteriore, ma sono rientrati entrambi ai box senza concludere un giro. Praticamente la hanno solo rodata.

Dietro alla coppia di favoriti, si è piazzato Crutchlow (con una coppia di medie) a 0”388. La mescola intermedia è stata quella su cui si sono orientati tutti in questo turno, anche Iannone, Rins, Rossi e Vinales che so sono piazzata dal 4° al 7° posto. A chiudere la top ten ci sono Bautista, Pedrosa e Zarco, leggermente più in ombra rispetto alle qualifiche.

Un passo in avanti rispetto alle posizioni di ieri lo hanno fatto Pol Espargarò con la KTM e Franco Morbidelli, mentre il 13° tempo di Petrucci fa temere che il ternano non abbia risolto i propri guai. Peggio è andata a Miller, che partirà dalla prima fila: 19°.

Non brilla l’Aprilia con Aleix Espargarò (caduto alla curva 7) in 20ª posizione e Redding ultimo. A terra, alla prima curva, anche Abraham (21° nel warm up).

SASAKI E FERNANDEZ LE SORPRESE - In Moto3 è stato il pilota di casa Ayumu Sasaki a imporsi nel warm up (1’57”617), davanti ai nostri Bezzecchi e Dalla Porta. Martin, il leader della classifica si è confermato vicino ai primi con il 4° tempo. È stata una mattinata da dimenticare per il poleman Rodrigo, caduto due volte durante il warm up.

Conferme per Foggia, che si è installato alle spalle dello spagnolo e davanti a Masia, Masaki e Suzuki. Nono tempo per Di Giannantonio, mentre Bastianini è 13°, seguito da Arbolino. Antonelli è 21°, Migno 23°, Nepa 25° e Vietti 27°.

In Moto2 la sorpresa è stato Fernandez, davanti a tutti con il tempo di 1’51”477. Il pilota del team Pons ha preceduto Schrotter e Oliveria, che sembra avere risolto i suoi problemi in vista della gara. Non ha voluto prendersi rischi Pecco Bagnaia, che ha chiuso il turno della mattina con l’11° tempo, alle spalle di Pasini, mentre Marini è 13°. Il miglior italiano è stato Baldassarri con il 5° tempo, dietro ad Alex Marquez e davanti a Navarro, Nagashima, Binder e Quartararo. Locatelli è 18°, Corsi 26° (e protagonista di una innocua scivolata, come anche Gardner), Manzi 27° e Fuligni 32°

I TEMPI

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti