Tu sei qui

MotoGP, Iannone: Non lontani dal podio, ma la concorrenza è tanta

"Oggi abbiamo concretizzato il pacchetto al meglio, la gara però è una storia a parte. Per le gomme ho un'idea non ancora definitiva"

MotoGP: Iannone: Non lontani dal podio, ma la concorrenza è tanta


C’era la voglia di ben figurare nel proprio paese in casa Suzuki e, per ora, Andrea Iannone sta rispettando il compito ricevuto. Il ragazzo di Vasto infatti ha prima centrato la Q2 diretta, poi ha colto una quinta casella che non preclude nessun risultato. “Partire dalla seconda fila è importante – apre Andrea – specie in una pista stretta dove non è facile superare come questa. Abbiamo fatto una buona qualifica, specie con la seconda gomma con la quale sono riuscito a togliere qualche decimo. Sono felice perché in Giappone la Suzuki ci tiene”.

Concretizzare, è questa la parola chiave nel discorso di Iannone, che non nasconde come le premesse per la qualifica fossero incoraggianti, ma senza esporsi sul possibile risultato della gara

“Le sensazioni di ieri erano buone, ma spesso non bastano. Oggi siamo riusciti a concretizzare il pacchetto al meglio, ma la gara è sempre una cosa a sé. Occorre vedere perché il calo delle gomme non è importante come in altre piste, ma i giri sono comunque tanti. In FP4 non siamo andati male, spero di essere nel gruppo di testa per giocarmi qualcosa di importante”.

Il podio, dunque, può considerarsi tutt’altro che un sogno irrealizzabile.

“Non è così lontano, voglio essere realista anche se occorre sperarci e fare di tutto per ottenerlo. Siamo sette otto piloti in lizza, come sempre oramai in MotoGP, quindi vedremo che accadrà. Spero di seguire Dovi e Marquez, è importante. Le gomme?  Saranno decisifive come sempre quest'anno. Abbiamo un’idea, ma non è definitiva"

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti