Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo si ferma dopo un giro: GP del Giappone finito

A Motegi Jorge si è dovuto arrendere nel primo turno di libere, non ci sarà un sostituto sulla sua Ducati a Motegi

MotoGP: Lorenzo si ferma dopo un giro: GP del Giappone finito

Il Gran Premio del Giappone per Jorge Lorenzo è durato poco più di un giro, il tempo di salire sulla sua Ducati e di rientrare al box sconsolato. Il maiorchino lo aveva anticipato ieri: “sono meno ottimista di quanto lo fossi in Thailandia sulla possibilità di correre, ma proverò e magari avrò delle sorprese”.

Non è successo e a Jorge sono bastati pochi chilometri per capire che il gioco non valeva la candela. Non era il dolore a preoccuparlo, ma la possibilità che la frattura al polso sinistro, sollecitata nella guida, potesse aprirsi e dislocarsi. Guidare la Desmosedici gli ha dato le risposte che cercava.

Arrivato ai box si è seduto sconsolato sulla sedia scuotendo la testa. Dopo avere parlato con Lorenzo, la conferma dal team manager Davide Tardozzi: “non ce la fa”.

Jorge comunque non si arrende facilmente ed è stato raggiunto dal dottor Michele Zasa dela Clinica Mobile per capire se c’è qualche possibilità di fare un altro tentativo nel pomeriggio, nelle FP2. I medici non hanno però avuto notizie confortanti per lui.

La sua Desmosedici rimarrà ferma al box per questo Gran Premio, perché Michele Pirro è ancora in Italia.

 

Con una comunicazione via Twitter, è stato poi comunicato che Lorenzo si è ritirato dal Gran Premio del Giappone.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti