Tu sei qui

SBK, SS600, WUP: Cluzel in vetta, Cortese in ritardo

Miglior tempo per il francese del team Yamaha Nerds, che batte Perolari su R6  e De Rosa con la MV Agusta. Sandrino è 21° con un solo giro di pista compiuto

SBK: SS600, WUP: Cluzel in vetta, Cortese in ritardo

La pioggia di ieri ha pulito la gomma lasciata dalle moto sul nuovissimo asfalto di El Villicum, azzerando i riferimenti di prove e qualifiche.

Con una importante gara da disputare tra poche ore, i piloti della Supersport sono scesi in pista per i 15 minuti di warm up, preparando le moto in vista della penultima corsa stagionale, con ancora il titolo da assegnare e tre piloti in lizza: Cortese, Cluzel e Krummenacher, tutti su Yamaha R6.

Proprio il francese del team indiano Nerds è stato il più veloce della sessione, fermando il cronometro in 1'48”014, sfruttando meglio di tutti le Pirelli intagliate previste dal regolamento tecnico e la quattro cilindri di Iwata, miglior moto della 600.

Ha iniziato il campionato da pochi mesi, ma è già una presenza fissa nelle prime posizioni: secondo tempo per il transalpino Corentin Perolari, con la Yamaha del team GMT94, ex formazione impegnata con successo nell’Endurance. Il gap dal connazionale è però alto, oltre un secondo e due decimi.

Continua ad impegnarsi nonostante il futuro incerto per lui e per il team, con ottimi risultati: Raffaele De Rosa, sul podio diverse volte in questa stagione, è terzo con la MV Agusta F3.

L’austriaco rookie Thomas Gradinger prosegue nel mostrare i propri progressi con il quarto tempo a El Villicum, con la moto gemella di Cluzel, l’arancione-bianca e verde R6 del team NRT.

Honda quinta grazie all’olandese Jamie Van Sikkelerus, abile con la CBR a tenersi dietro lo svizzero Krummenacher, sesto sulla R6 Evan Bros e meglio di un’altra moto dell’ala dorata, qualla di Kyle Smith, settimo,

Anche il campione europeo, l’estone Hannes Soomer, guida una Honda, portandola all’ottavo posto nel warm up. Lucas Mahias ha girato pochissimo, concludendo nono.

Dodicesima posizione per Luke Hornsey, britannico come la Triumph che guida, Hector Barbera è tredicesimo con la Kawasaki, l’argentino Iturrioz appena dopo la ex stella dei Gran Premi.

Federico Caricasulo non è stato veloce: sedicesimo tempo per il ravennate del team GRT, peggio è andata a Sandro Cortese, tra gli ultimi. Un solo giro all’attivo per l’ex campione del Mondo Moto3 che si sta giocando un possibile secondo alloro della carriera.

 

 

 

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti