Tu sei qui

MotoAmerica ed AMA insieme per altri 10 anni

Firmato l'accordo tra Wayne Rainey e Rob Dingman, che estendono la collaborazione tra campionato ed associazione sino al 2029

MotoAmerica: MotoAmerica ed AMA insieme per altri 10 anni

Arrivato alla sua quarta stagione completa, il giovanissimo campionato MotoAmerica sta ricevendo consensi dagli addetti ai lavori ed un grande seguito dal pubblico specializzato, di nicchia ma davvero esigente negli USA.

Sotto l’effigie del proprio marchio e con il benestare dell’AMA (American Motorcyclist Association) la massima espressione delle due ruote da competizione a stelle e strisce vede una collaborazione che si estende ad altri 10 anni, nei quali la sinergia tra lo staff costituito da Wayne Rainey, Chuck Aksland, Terry Carges e Richard Vamer lavorerà con la storica associazione americana per promuovere ed organizzare nel migliore dei modi le corse di moto in pista.

In qualità di ente sanzionatore per MotoAmerica, l'AMA approva e applica le regole della concorrenza, concede licenze a piloti e membri dell'equipaggio e approva le motociclette di produzione per la competizione, insieme ad altre responsabilità organizzative.

 

Come organizzazione promotrice, MotoAmerica protegge date e luoghi, negozia sponsorizzazioni, gestisce l'esperienza dei fan, sviluppa lo show per gli spettatori e lavora a stretto contatto con l'AMA per stabilire e mantenere una struttura di classe che mostri al meglio sia le moto che i piloti che le guidano.

Il presidente e CEO dell’AMA è soddisfatto del nuovo accordo raggiunto: “Rainey e l’intero equipaggio MotoAmerica ha dimostrato un impegno per l'equità, la promozione, l'organizzazione e il duro lavoro che continua a far avanzare lo stato delle corse su strada in America" - ha dichiarato Rob Dingman "l'AMA apprezza il suo rapporto con MotoAmerica e siamo onorati che MotoAmerica continui a incoronare campioni professionisti di corse su strada AMA anche nel futuro."

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti