Tu sei qui

SBK, Melandri: “In Argentina faticheremo tutti all’inizio”

Davies: “La pista è divertente, il layout in senso antiorario potrebbe inoltre favorirmi dal punto di vista fisico”  

SBK: Melandri: “In Argentina faticheremo tutti all’inizio”

La curiosità non manca, anche perché si tratta della prima volta che la Superbike farà tappa sulla pista del Villicum, nella provincia di San Juan. Dopo i rinvii degli ultimi anni, il tracciato argentino ospiterà finalmente le derivate e di conseguenza sarà interessante vedere quelli che saranno i valori in campo.

In casa Ducati Marco Melandri scalpita per la nuova sfida: “C’è molta attesa per questo round – ha detto il ravennate - era da un po’ che non si vedeva una pista nuova ed è sempre bello scoprire posti inesplorati. Sulla carta sembra un bel tracciato – ha proseguito il 33 - è probabile che inizialmente faticheremo tutti con il grip, non essendoci gomma sull’asfalto, ma i tempi miglioreranno costantemente”.

Nonostante le incognite, Melandri mostra fiducia: “Una volta trovato il limite, capiremo meglio i valori in campo – ha avvisato - personalmente sono molto curioso e motivato. Vogliamo metterci alle spalle le difficoltà di Magny Cours e tornare immediatamente sul podio”.

Dall’altra parte del box riflettori puntati su Chaz Davies, che va a caccia della vittoria dopo le difficoltà dell’ultimo periodo: Sono contento di andare in Argentina, è sempre stimolante uscire dai soliti percorsi e scoprire piste nuove in calendario, specialmente se si tratta di un paese dove non abbiamo mai corso prima – ha dichiarato il gallese - la pista sulla carta è divertente, ma per scoprirlo dovremo fare prima qualche giro”. Il layout del Villicum potrebbe essere d’aiuto al portacolori Aruba: “La configurazione in senso antiorario teoricamente è ideale per noi, visto l'infortunio alla spalla destra – ha sottolineato - ma lo valuteremo soltanto venerdì”.

Oltre agli avversari, Davies dovrà confrontarsi con il proprio stato di forma: “In questi giorni ho innanzitutto cercato di riposare la spalla il più possibile, per poi fare riabilitazione per recuperare forza e mobilità  - ha sottolineato - nelle ultime due gare abbiamo imparato alcune cose, e proveremo ad applicarle su questa pista nuova”.

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti