Moto2, Baldassari in pole senza i consigli di Rossi

Valentino scherza sulla pole di Bezzecchi e del Balda: "Lorenzo non è venuto con noi in giro per la pista. Ha fatto la pole, magari non gli serviva!"

Share


La conferenza stampa piloti dopo le qualifiche ha visto il poleman Marquez 'circondato' dai piloti italiani che hanno monopolizzato il resto della prima fila, ovvero Rossi e Dovizioso, e gli autori delle pole in Moto2 e Moto3, ovvero Lorenzo Baldassarri e Marco Bezzecchi. Una situazione che ha portato anche ad una battuta durante la conferenza proprio da parte di Valentino Rossi, visti i risultati dei piloti della VR46 Academy in Thailandia.

"Giovedì ho fatto un giro di pista con i piloti dell'Academy, avendo fatto i test a febbraio potevo dargli qualche consiglio. Però Baldassarri non è venuto e ha fatto la pole, forse i miei consigli non servono a tanto!".

Ha ironizzato così Valentino, che in ogni caso non ha nascosto la soddisfazione per i risultati dei 'suoi' piloti. Baldassarri è tornato alla pole e mancava anche dalla prima fila da troppi Gran Premi. Tornare in prima fila in griglia di partenza era un preciso proposito dopo Aragon, un traguardo raggiunto in pieno dal Balda.

"Si, sono riuscito a migliorare - ha confermato un soddisfatto Lorenzo -  sarà molto importante partire domani dalla pole position. Nelle ultime gare ci è un po’ mancato di qualificarci bene, dopo essere stati in prima fila a Jerez e Le Mans. Abbiamo sbagliato spesso le qualifiche e mancato l’obiettivo di partire almeno entro le prime due file. Perciò in alcune gare è stata dura, perché pur avendo un buon ritmo, partendo dal fondo del gruppo ho perso troppo tempo all’inizio e non è stato facile".

Cosa è cambiato rispetto alle gare in cui non sei riuscito a qualificarti meglio?

"La cosa importante è stata fare una buona strategia con il team, abbiamo lavorato bene questa mattina per il ritmo e abbiamo cercato di capire come sistemare la moto anche per il giro secco. Penso sia davvero importante per domani poter partire in pole position".

Abbiamo visto che hai anche aiutato in qualifica il tuo compagno Fernandez, una pratica molto comune tra i compagni in Moto2, come ad esempio Marini e Bagnaia.

"Augusto sta migliorando molto, qui è molto veloce. E’ partito subito forte dalla FP1 ed è importante che ci si aiuti tra compagni perché siamo tutti molto vicini e già se facendo questa strategia possiamo recuperare un niente, sono parecchie posizioni in griglia".

Grande soddisfazione anche per Marco Bezzecchi, che si è preso una pole position tutta di strategia, scegliendo il momento perfetto per tentare l'assalto al cronometro senza farsi infastidire troppo dal traffico in pista della Moto3.

"Sono davvero felice per questa pole, abbiamo lavorato molto bene sul tempo di uscita. Molti piloti aspettavano per uscire - ha spiegato Bezzecchi - ma fortunatamente questa volta abbiamo fatto una buona strategia, che invece ci è mancata ad Aragon, e sono stato in grado di costruire un piccolo gap rispetto al gruppetto che avevo davanti, poi ho spinto per recuperare, ho superato alcuni piloti e facendo così ho conquistato la pole position, quindi sono felice".

Le condizioni fisiche di Martin non sembrano ottimali. Potrebbe essere una buona opportunità per te per chiudere il gap che vi separa in classifica.

"Jorge ha fatto la pole ad Aragon, mentre io sono partito molto indietro lì. Ha recuperato dei punti di vantaggio in Spagna, ed è chiaro che io voglio fare lo stesso qui. Ma di certo sarà molto dura, perché specialmente su questa pista e con le Moto3 sarà difficile formare un piccolo gruppo. Sarà importante partire molto bene, cercare di rompere il gruppo davanti e fare dei punti pesanti".

Il fatto che Martin non sia al top costituisce una motivazione aggiuntiva?

"Ho notato che Jorge ha qualche difficoltà, ma onestamente non pensavo che fosse per l’infortunio. Ero già motivato. Per domani mi piacerebbe partire bene, e provare a fare il ritmo perché stare in un gruppetto di troppi piloti potrebbe essere pericoloso. Sarà difficile, perché ci sono molti che sono veloci, ma questo sarà l’obiettivo".  

Share

Articoli che potrebbero interessarti