Tu sei qui

MotoAmerica, A Barber è già iniziato il 2019

Nel test Dunlop, Elias, Beaubier ed i top rider Superbike hanno portato in pista nuove soluzioni di pneumatici, con Toni e la Suzuki davanti a tutti

MotoAmerica: A Barber è già iniziato il 2019

Giusto il tempo di festeggiare e fotografare i campioni 2018 (in ordine: Andrew Lee nella Stock 1000, JD Beach in Supersport, Cameron Beaubier per la Superbike, Alex Dumas per la Liqui Moly Cup e Chris Parrish nella Twin) ed è già tempo di riaccendere i motori per alcuni protagonisti a stelle e strisce.

Pensando al 2019, il gommista Dunlop, fornitore unico MotoAmerica in tutte le classi, ha portato in pista nel test organizzato a Barber molte novità per diversi piloti Superbike e Supersport.

Toni Elias con la Suzuki Yoshimura è risultato il più veloce, compiendo ben 85 passaggi del saliscendi in Alabama, con un best lap in 1'24”921, sfruttando quasi tutte le soluzioni portate dalla Casa anglo-giapponese: “abbiamo lavorato per la Dunlop - ha detto lo spagnolo - provando sei o sette gomme. Solitamente sto molto attento nei test come questi e non esagero mai. È stato una giornata proficua per aiutare il produttore di pneumatici ad iniziare bene il 2019".

Appena dopo Elias, il tre volte campione con la Yamaha che ha siglato un 1'25”168:sono molto soddisfatto - ha dichiarato Beaubier a lavoro compiuto - perché non abbiamo toccato una vite della nostra R1. Le gomme Dunlop dure mi hanno consentito di effettuare tanti passaggi veloci, con passi gara da primato. Il 2019 per noi è iniziato nella giusta direzione”.

Anche Garrett Gerloff, compagno di Beaubier nel team Monster, è andato forte contenendo il gap da Elias. Se nel 2018 il texano era un rookie con le relative cose da apprendere, l’anno prossimo il numero 31 partirà con il passo per stare coi migliori.

Il sudafricano Mathew Scholtz ha vinto due corse in questa stagione, l’anno prossimo partirà per vincere il titolo. La sua R1 oro e nera era anche nelle mani di Joshua Brookes, ex stella USA, che ne è rimasto entusiasta. Ha girato anche Jake Lewis con la Suzuki M4.

La giornata si è chiusa con le dichiarazioni di Tony Romo, responsabile Dunlop nel MotoAmerica:abbiamo portato sette varianti per la Superbike - ha spiegato - con l’obiettivo di ridurre il calo di grip avvertito dopo 5 o 6 giri durante questa stagione. Abbiamo una carcassa diversa ed una mescola inedita, senza modificarne le misure. Vogliamo avere costanza nel 2019, evitando di cambiare gomme a metà campionato”.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti