Yamaha WR450F MY 2019: ancora più raffinata e tecnologica

L'enduro ora è più potente e "connessa". Rivista in tanti particolari per rimanere vincente

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Yamaha presenta la nuova versione della WR450F, moto che vanta, in tema di 4 Tempi, uno sviluppo di oltre 20 anni sulle spalle. Fu proprio nel 1998 quando fu lanciata la versione da 400cc, passata poi a 426, per arrivare a 450 al presente. La nuova versione 2019, implementa una serie di migliorie tecniche, utilizzando le ultime tecnologie in termini di motore e telaio sviluppate alla luce dell'ottima piattaforma di YZ450F. Parliamo in ogni caso di una moto che ha vinto/ottenuto tanto nelle competizioni, anche nella versione Rally, alla Dakar, o nei campionati di Cross Country.

"MI GIRA LA TESTA" - Confermatissimo il motore con la testa rovesciata, rivisto in particolari che ora andiamo a vedere. Tramite Wi-Fi a bordo, si può configurare la nuova WR450F utilizzando il proprio smartphone associato alla Communication Control Unit, disponibile nel kit "Race" opzionale. La nuova app si chiama Power Tuner e consente di modificare i tempi di alimentazione e di avviamento e di caricare/condividere i dati della moto. Al manubrio, troviamo il comando per la doppia mappatura del motore, ora integrato e posizionato accanto alla leva della frizione. Basta un click per selezionare una delle due mappature disponibili. Non manca una nuova e più resistente frizione, dotata di disco ad elevata resistenza termica. L'innovativo design consente di eliminare le vibrazioni ed assicura una trazione molto più leggera alla leva. Il cambio è a 5 rapporti, modificato negli ingranaggi.

NUOVO TELAIO - Derivato dalla YZ450F, il telaio è un trave bilaterale in alluminio, rivisto per adattarsi alle esigenze dei tracciati "naturali" dell'enduro. Il tubo anteriore è stato posizionato diversamente ed il nuovo telaio presenta un innesto carburante dritto, una maggiore sezione nella zona dell'ammortizzazione ed un supporto più ampio per il braccio posteriore. In tema ciclistica, le sospensioni prevedono differenti settings, ma soprattutto abbiamo dei nuovi interni. Le molle ad alta compressione della forcella sono aumentate nella lunghezza (KYB), mentre il mono vanta una nuova molla elicoidale dal diametro di 11,5 mm (di 350 grammi più leggera), e nel serbatoio troviamo 30 cc di olio in più.

DESIGN - Quanto all'esterno della moto, il serbatoio è in resina di nuova concezione con capacità di 7,9 litri. La forma è differente, con una estensione della sezione inferiore del serbatoio verso il centro della moto. Grazie al nuovo telaio, la carrozzeria è più slanciata. Non manca un nuovo cupolino anteriore situato più in basso e vicino al pilota, dei nuovi e più compatti radiatori e gli adesivi dei copriradiatori decorati con motivi grafici a prova di usura, realizzati con la tecnica in-mould. Il nuovo modello è poi dotato di un paramotore in resina più ampio e leggero. Sempre grazie al nuovo telaio, la scatola del filtro aria è stata completamente rinnovata. In generale la moto è più stretta di 2 cm nella sezione anteriore e la sella è ribassata.

Share

Articoli che potrebbero interessarti