Tu sei qui

MotoGP, Aragon, cronaca LIVE della conferenza stampa piloti

DIRETTA MOTOGP LIVE da Aragon del classico appuntamento del giovedì. Presenti Dovizioso, Vinales e Marquez, oltre a Crutchlow, Rins e Pol Espargarò

MotoGP: Aragon, cronaca LIVE della conferenza stampa piloti

ORE 18:30 - Termina qui il nostro live della conferenza stampa piloti da Aragon. Domani i piloti scenderanno in pista per le prime libere del 14° round del mondiale MotoGP 2018. Grazie per aver seguito la nostra cronaca, e restate sintonizzati su GPone.com per tutti gli aggiornamenti direttamente dal Paddock del Motorland. 

ORE 18:26 - Tocca poi a Dovizioso raccontare i propri rituali della domenica di gara: "Mi sveglio abbastanza presto, verso le 7. Non mi piace mangiare troppo, mi rilasso in vista delle libere. Mangio frutta, cose normali insomma". 

ORE 18:24 - La domanda successiva è per Marquez, a cui viene chiesto quale sia il paese che preferisce visitare nel mondo: "Siamo stati ovunque, ma la verità è che la Spagna è dove mi trovo meglio. Poi se guardo al calendario MotoGP, l'Australia è il posto che mi piace di più. La pista, la tranquillità. E' un posto che adoro visitare, anche quando vado lì per i test resto per qualche giorno per rilassarmi".

MARC MARQUEZ - ARAGON

ORE 18:22 - Quando si arriva alle domande social, fatte dai tifosi direttamente ai piloti, il primo a rispondere è Alex Rins: "Se non avessi fatto il pilota? Al 100% avrei fatto qualcosa che ha a che fare con lo sport, magari avrei corso con le auto. Forse non in F1, ma in altre categorie. Non ho mai corso prima su quattro ruote però".

ORE 18:19 - Una domanda interessante è rivolta a Pol Espargarò, riguardo la possibilità che Pedrosa diventi tester per KTM: "Certo che mi  piacerebbe. Dani è uno dei piloti con maggiore esperienza in questa categoria, conosce meglio di chiunque altro la Honda, una delle migliori moto che sono qui. Ha lavorato e sa come si lavora in un team vincente ogni fine settimana, ma la vedo difficile". 

POL ESPARGARO - ARAGON 

ORE 18:17 - Per Dovizioso c'è un'altra domanda sui test di Misano di Agosto: "Non abbiamo provato qualcosa di nuovo in quel test di Misano, è stato un lavoro che è partito da diversi mesi prima, da Jerez. Specialmente dopo Barcellona abbiamo analizzato e capito tante cose della moto, di cosa avevamo bisogno. Abbiamo fatto delle comparative nei test, e poi abbiamo deciso di seguire un'altra strada. C'è voluto tempo per costruire una base come la nostra, costruire le buone sensazione. Mettere assieme tutto non è stato facile, non c'è stato un singolo aspetto. E' una questione di tanti dettagli messi assieme, che ci hanno consentito di arrivare dove siamo adesso". 

ORE 18:14 - Dopo aver affrontato l'argomento Fenati, viene chiesto a Vinales quale sia la sua curva preferita del motomondiale e perché: "Secondo me proprio l'ultima curva di Aragon è fantastica. Puoi frenare tardi, poi puoi fare derapare la moto ed è davvero divertente. Anche l'ultima di Phillip Island è bellissima, queste due sono le mie due preferite".

MAVERICK VINALES - ARAGON

ORE 18:11 - Anche Dovizioso non ha risparmiato il gesto del pilota di Ascoli: "Fenati merita una grande e severa penalità, anche in passato non si era comportato bene e gli avevano dato una penalità troppo leggera. Forse non aveva capito bene, la penalità sarebbe dovuto essere più grave. Secondo me si è parlato troppo di Romano e soprattutto non s'è n'è parlato nel modo giusto. I Social hanno creato una brutta situazione che non mi è piaciuta, come pure non mi è piaciuto il modo in cui la stampa ha gestito questa situazione".

ANDREA DOVIZIOSO - CONFERENZA ARAGON

ORE 18:09 - La stessa domanda viene poi posta a Dovizioso e Marquez. Marc risponde così: "Per me l'azione è stata brutta e meritava una penalità severa. Magari due gare non sono una penalità abbastanza severa. Se n'è parlato anche in Spagna, ma secondo me si è parlato troppo di lui in questi giorni, ma è vero che aveva già fatto qualcosa di simile due anni fa in Moto3". 

ORE 18:07 - La domanda per Crutchlow è invece su Romano Fenati, dopo che il britannico aveva condannato con forza il gesto del pilota italiano: "Non ho cambiato idea. Anche se ha tentato la carta della storia strappalacrime, chiedendo scusa, e facendo appello al nostro buon cuore, io non gli credo. Ha fatto troppe cose strane. Io non sono un angelo, come non lo sono gli altri piloti, ma per me questo è andato oltre il limite".

ORE 18:05 - Dovizioso ha poi parlato delle sue residue speranze nella lotta al titolo: "Credo di avere poche possibilità, non penso al campionato da ormai cinque gare. Come giù avevamo detto, siamo stati concentrati sul migliorare i nostri problemi e la conseguenza è stato fare delle belle gare. Abbiamo raggiunto degli obiettivi e dobbiamo continuare su questa strada, non credo sia giusto vedere il campionato in modo diverso. Dobbiamo lavorare ancora, la moto è cresciuta e lo abbiamo dimostrato in diverse gare. Se vogliamo lottare contro loro l'annoi prossimo, dobbiamo migliorare ancora e usare il finale del 2018 per migliorare ancora. Adesso la moto va molto bene, e non abbiamo molto margine per migliorare, ma ci sono aspetti sui cui possiamo crescere ancora".

ORE 18:04 - La successiva domanda è per Vinales e per i passi avanti fatti da Yamaha: "Credo che ci siamo concentrati molto sul mettere a punto l'elettronica per il mio stile di guida. C'è ancora del lavoro da fare, ma siamo qui per dimostrare quello che siamo in grado di fare".

ORE 18:02 - Leggermente diverso il pensiero di Crutchlow, che anche a Misano era stato molto duro: "Io e Miller siamo stati incolpati del fatto che lui non sia qui, ma non so per quale motivo. A Misano, giovedì, avevo detto che secondo me era giusto dargli quest'opportunità, quindi non capisco perché mi abbia dato la colpa di non essere qui. Credo che il team non doveva mettere sulla moto un pilota che doveva pagare per il weekend,  doveva prendere un pilota con maggiore esperienza. Credo che bisognerebbe anche guardare al 107%, riesaminare quel limite e renderlo più severo. In questa competizione non si può debuttare nel weekend di gara. Si deve regolamentare questa cosa in qualche moto". 

ORE 18:00 - L'argomento resta lo stesso, e Marquez parla del 107% : "Ne abbiamo parlato, ma più che abbassare questo 107%, credo sia meglio cambiare altro. Credo sia giusto l'obbligo di un test prima della gara. Si può anche abbassare il limite, ma credo sia meglio lavorare in un'altra direzione, ovvero prevenire". Anche Dovizioso si allinea al pensiero di Marquez

ORE 17:57 - Anche Dovizioso esprime il proprio punto di vista sul debutto di Torres: "Ne abbiamo parlato in commissione sicurezza, e uno dei punti affrontati è proprio la necessità di far disputare un test al pilota che deve debuttare in MotoGP, e non portarlo direttamente in gara senza aver mai provato una moto che è molto difficile. Credo che Torres sia una storia diversa rispetto al pilota visto a Misano e non credo che ci saranno grossi problemi. Però dobbiamo gestire questo tipo di situazioni in futuro, ci deve essere qualcosa prima di avere un'opportunità del genere".

ORE 17:54 - L'ultima domanda a Marquez riguarda Jordi Torres, che debutterà in MotoGP: "E' una situazione simile a quella di Misano con Ponsson, ma Jordi corre nel mondiale SBK, ha più esperienza. Credo che sarà più veloce, ma è chiaro che è sempre difficile fare il proprio debutto in MotoGP in un weekend di gara. Almeno Jordi ha l'esperienza di uno dei migliori campionati del mondo. La prima volta in MotoGP, tutti vorrebbero almeno fare un test. Ma capisco che se sei un pilota e hai l'opportunità di correre in MotoGP, ci provi". 

ORE 17:50 - Anche la seconda domanda è per Marc a cui viene chiesto come mai questa di Aragon sia una delle sue piste preferite: "La prima ragione è che gira a sinistra, un aspetto che mi piace molto. Poi c'è il fatto che ci sono diversi saliscendi, curve diverse tra di loro. E' difficile avere il miglior assetto per tutta la pista. Poi mi piace perché, oltre ad essere un GP di casa per me, la pista segue l'andamento del terreno, un aspetto che mi piace molto".

ORE 17:48 - I giornalisti iniziano a fare domande ai piloti e la prima è per Marquez: "Difficile dire con chi sarà più difficile lottare, se con Andrea o Jorge fino a fine stagione. Forse con Andrea, perché è più vicino in campionato. Dal punto di vista della velocità, sono entrambi molto veloci. Dovizioso è stato più veloce a Misano, mentre Lorenzo lo era stato prima. Entrambi sono temibili e vogliono essere i migliori piloti nella loro squadra, il che li spinge ad andare sempre più forte".

MARC MARQUEZ - ARAGON

ORE 17:45 - Il relatore chiede a Pol di esprimere un pensiero sul passaggio di Bradley Smith al ruolo di collaudatore in Aprilia per la prossima stagione: "Di certo questi cambiamenti quando c'è ancora tanto lavoro da fare sulla moto non sono il massimo. Non siamo stati molto fortunati da questo punto di vista, anche Mika si è infortunato, come me, ed lui è ancora infortunato in questo momento. Di certo non è facile la situazione, con Bradley che l'anno prossimo andrà a fare il tester per un'altro costruttore, su un'altra moto ufficiale. Io ho fatto il massimo a Misano, ho cercato di stare sulla moto quanto più tempo possibile. Sono stato molto dispiaciuto di aver perso queste tre gare. Ho lavorato come un matto per tornare al massimo".

ORE 17:42 - Dopo il difficile rientro di Misano, Pol Espargarò vuole tornare tra le posizioni che contano in sella alla KTM: "Si, Misano è stato veramente un weekend molto duro. Mentre ero sulla moto, ho realizzato davvero quanto siano veloci tutti questi ragazzi qui con me. Quando sei in sella dopo un infortunio e non ti senti a posto con la moto, non è una bella sensazione. Ho cercato di fare il meglio possibile in quel weekend, ma era impossibile finire la gara. Penso che il test del giorno dopo a Misano sia stato per me più importante dell'intero weekend di gara". 

POL ESPARGARO - KTM

ORE 17:39 - Lo spagnolo della Suzuki si era posto come obiettivo per la seconda parte della stagione di portare a termine tutte le gare, ma Rins spiega cosa manca per lottare regolarmente in tutte le gare per la top five: "Come ha detto Cal, questa categoria è molto difficile, lottiamo contro i migliori piloti al mondo. Siamo concentrati molto sul futuro, ma di certo il nostro obiettivo è quello di stare sempre con quelli davanti anche in questa stagione. Qualche volta ho commesso degli errori, qualche volta la moto non è al 100%. Dobbiamo mettere assieme il meglio per essere sempre davanti e non è facile".

ORE 17:36 - Alex Rins ha raggiunto un ottimo risultato a Misano con la Suzuki e vuole ovviamente confermarsi ad Aragon su quei livelli: "Si, di certo è stato un grande risultato a Misano. E' stato un ottimo weekend, abbiamo migliorato la moto. Nelle gare penso che una delle chiavi sia la partenza, e a Misano sono riuscito a partire molto bene, ed alla fine ho chiuso quarto. Un ottimo risultato per me e per la Suzuki. Abbiamo ottime possibilità di fare anche un buon risultato qui ad Aragon, la mia gara di casa".

ALEX RINS - ARAGON

ORE 17:32 - Il britannico risponde divertito al giornalista che gli chiede se l'anno prossima vorrà essere più veloce: "Ma certo, mi pare ovvio. Se aveste chiesto a Marquez, quando vinse dieci gare consecutive, se voleva essere ancora più veloce, avrebbe risposto di si. Passiamo la vita a migliorarci nel motociclismo. Quando mi fermerò, lo farò perché non riesco ad essere più veloce. Qui si cerca sempre di migliorare, anno dopo anno, e tra due anni voglio essere ancora più veloce. Il mio obiettivo è cercare di vincere le gare e non so se realmente sarà possibile per me lottare per il campionato in futuro. La realtà è che per i piloti non ufficiali è sempre difficile, e quando lotti contro i migliori piloti al mondo, sulle migliori moto, è sempre difficile. Ma questo non significa che non debba provarci".

ORE 17:29 - Crutchlow:  "Non so se questa possa definirsi la mia migliore stagione in MotoGP. La squadra sta lavorando benissimo, senza gli errori del Sachsenring e Texas sarei più avanti in classifica. Questa è una delle piste preferite da tanti piloti del Paddock, il mio obiettivo è fare una bella gara".

ORE 17:27 - Dopo il compagno di squadra di Valentino Rossi, è Cal Crutchlow a prendere la parola, commentando quella che finora è stata una splendida stagione per il pilota britannico sulla moto del Team LCR.

CAL CRUTCHLOW - CONFERENZA STAMPA PILOTI

ORE 17:25 - Secondo Vinales il 2018 non è da buttare: "Per me la cosa più importante è concentrarsi su questa stagione, perché la prossima è lontana. Dobbiamo stare concentrati su oggi, dobbiamo farlo dalle prime libere di venerdì, restare concentrati per risolvere le cose che non funzionavano a Misano. Perciò io voglio fare il miglior risultato possibile qui, tenere le dita incrociate e cercare di vincere la gara".

ORE 17:24 - Vinales: "Sono molto felice dopo Misano, non siamo stati in grado di mostrare in gara tutto il nostro potenziale, che era molto migliore. Adesso mi sento molto bene sulla moto e spero di avere le stesse sensazioni anche qui con l'assetto. Ogni volta che salgo sulla moto mi sento bene, sapete tutti che la nostra moto ha qualche problema, ma credo che questo weekend potremo mostrare il nostro reale potenziale". 

ORE 17:22 - Dopo Dovizioso, è Maverick Vinales a prendere la parola. Maverick sembrava poter lottare per la vittoria a Misano nei primi turni, un ottimo segnale per il pilota Yamaha.

MAVERICK VINALES - CONFERENZA PILOTI

ORE 17:20 - Per Andrea il mondiale non è ancora un affare completamente chiuso, e sarà fondamentale conquistare almeno la piazza d'onore: "Cercare di chiudere il mondiale almeno in seconda posizione è molto importante, e la lotta è aperta tra me, Jorge e Valentino in questo momento. Sarà molto difficile, nella parte centrale della stagione abbiamo avuto problemi che non avevamo avuto la scorsa stagione. Abbiamo lavorato duramente sui dettagli, e abbiamo trovato qualcosa. Siamo più forti dell'inizio della stagione, lo vediamo molto sulle piste su cui eravamo lenti l'anno scorso. I nostri rivali sono molto forti, ma siamo concentrati per fare del nostro meglio quest'anno e anche di più l'anno prossimo. Tutto il lavoro svolto quest'anno, lo metteremo sulla moto della prossima stagione".

CONFERENZA STAMPA PILOTI ARAGON

ORE 17:18 - La speranza per il pilota Ducati è di essere veloce come nelle ultime gare: "Mi aspetto di essere veloce come nelle ultime gare. Ma il consumo delle gomme sarà determinante per il risultato domenica. Sembra che il meteo sarà buono, quindi potremo lavorare per tutto il weekend per preparare al meglio la gara anche da questo punto di vista".

ORE 17:16 - Dovizioso non nasconde il proprio stato di forma: "Si, sono molto fiducioso qui ad Aragon, specialmente dopo il test di Misano credo che abbiamo trovato una grande velocità. A Silverstone avremmo avuto una buona chance di vincere. Anche il test svolto qui è stato molto utile, anche se è stato svolto in condizioni molto strane. Dobbiamo vedere come saranno le condizioni domani, per capire se saranno le stesse dei test, ma le sensazioni sono molto migliori rispetto al 2017. Abbiamo una carena diversa, la moto è diversa sotto tanti punti di vista. Siamo stati molto più veloci rispetto all'anno scorso già dalla prima uscita in pista". 

ORE 17:14 - Dopo Marquez, è il turno per Andrea Dovizioso di prendere la parola in conferenza. Il vincitore di Misano può portare la Ducati ad una striscia di quattro vittorie consecutive, un record per la Ducati.

ANDREA DOVIZIOSO - CONFERENZA STAMPA PILOTI

ORE 17:11 - Viene fatto notare a Marc che questa è la sua migliore stagione dal 2014, e il campione non ha dubbi nell'indicare il motivo di questa situazione: "E' cambiata la mia esperienza rispetto al passato. Il mio lavoro con la squadra, le mie sensazioni con la moto. Abbiamo fatto un grande lavoro in questa stagione finora, siamo sempre rimasti calmi. Ovvio che sarebbe bello vincere qui domenica, ma è bello vincere tutte le domeniche. Quando questo non è possibile, dobbiamo sempre finire sul podio o prendere tanti punti. Il nostro obiettivo è cercare di finire sempre sul podio".

ORE 17:09 - Marquez è felice di correre qui, ma non vuole mettersi eccessiva pressione: "Vedremo come andrà, affronterò il weekend passo dopo passo, cercando di capire quale possa essere il nostro reale livello di competitività".

ORE 17:07 - Marquez esprime la propria soddisfazione per la gara di Misano: "E' un ottimo momento, Misano è stato un grande weekend. Abbiamo anche svolto un test positivo, il lunedì. Adesso siamo qui ad Aragon, una delle mie piste preferite dove c'è anche una curva che porta il mio nome. Ho un grosso rispetto per questo genere di cose, e sono curioso di vedere le sensazioni che proverò quando passerò in quel punto la prima volta".

CONFERENZA STAMPA PILOTI - MARC MARQUEZ

ORE 17:05 - Buon pomeriggio e benvenuti alla nostra cronaca in diretta della conferenza stampa piloti da Aragon, dal magnifico tracciato del Motorland. Il primo a prendere la parola è Marc Marquez.

CONFERENZA STAMPA PILOTI ARAGON

Inizia il weekend di Aragon con la tradizionale conferenza stampa piloti del giovedì. Sul circuito del Motorland, si disputerà domenica il quattordicesimo round del mondiale 2018. La terza tappa spagnola del mondiale, che può segnare il definitivo assalto di Marquez al titolo oppure l'ultima concreta chance per i suoi rivali di tenere vive le speranze oltre che le possibilità matematiche, almeno fino a Valencia.

Tuttavia Marquez corre realmente in casa, essendo Aragon una delle sue piste preferite, che gli ha anche riservato l'onore di intitolargli una curva, nel particolare la n°10 del tracciato, con una cerimonia svolta nel mattino.

Il vantaggio dello spagnolo su Andrea Dovizioso, secondo in classifica, è oggi di 67 punti, ma lo stato di forma delle Ducati e i segnali positivi da parte della Yamaha di Vinales a Misano, potrebbero rendere il cammino di Marquez meno tranquillo di quello che i numeri potrebbero suggerire.

In questo appuntamento con la stampa saranno presenti davanti ai giornalisti gli stessi Marquez e Dovizioso, Maverick Vinales, Cal Crutchlow e Alex Rins. In sala anche Pol Espargarò, che spera di poter tornare a correre ad alto livello sulla sua KTM dopo l'infortunio che ha compromesso parte della sua stagione.

La nostra cronaca in diretta della conferenza stampa piloti inizierà alle 17:05

Tutto pronto in sala stampa, i piloti stanno iniziando ad occupare i propri posti per dare inizio alla conferenza.

DOVIZIOSO, ESPARGARO', CRUTCHLOW E VINALES
Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti