Tu sei qui

SBK, Rea irraggiungibile anche nel warmup, 2° Melandri

Alle spalle del romagnolo la Kawasaki di Sykes, poi la Ducati di Davies, 5^ l'Aprilia di Laverty, mentre 7^ quella di Savadori, 9° Baz, 10° Camier

SBK: Rea irraggiungibile anche nel warmup, 2° Melandri

Rea-Melandri! Il warmup della domenica mattina conferma i valori visti ieri in Gara 1, dove il Cannibale è riuscito a precedere il ravennate. Anche in questa occasione il portacolori Kawasaki ha recitato la parte di protagonista, grazie al tempo di 1’41”845, unico sotto il muro dell’1’42”. Il portacolori Ducati accusa invece tre decimi dalla vetta (+0.308), incalzato a soli 51 millesimi da Tom Sykes.

Oggi pomeriggio, alle ore 16:15, il 66 scatterà dalla seconda casella sullo schieramento, in prima ci sarà Chaz Davies, autore ieri del quarto posto in Gara 1. Stamani il gallese del team Aruba ha archiviato il turno col quarto crono, precedendo Eugene Laverty. Ci si aspetta una gara col coltello tra i denti da parte dell'alfiere Aprilia, che come ben ricordiamo è stato centrato ieri al via da Xavi Forés. Stesso discorso anche per il compagno Lorenzo Savadori, finito a terra in Gara 1 a nove giri dal termine quando era terzo.

Stamani il romagnolo ha chiuso col settimo crono, preceduto dalla Yamaha di Michael van der Mark,ieri a podio. Tra i primi dieci del warmup la BMW di Loris Baz e la Honda di Leon Camier, mentre resta fuori dalla top ten per soli cinque millesimi la MV Agusta di Jordi Torres.   

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti