Tu sei qui

SBK, Melandri: “Ho chiesto troppo alle gomme per duellare con Rea”

Davies: “Il fine settimana più sofferto della mia carriera, non ero allenato per affrontare la tappa di Portimao”

SBK: Melandri: “Ho chiesto troppo alle gomme per duellare con Rea”

Johnny Rea ha recitato un copione a parte a Portimao, lasciando agli avversari soltanto le briciole. Marco Melandri si è quindi dovuto accontentare del terzo posto in Gara 2. Una corsa tutta alla rincorsa per il ravennate, chiamato a consolarsi col gradino più basso del podio.

È stata un'altra gara dura, probabilmente anche un po' più divertente di quella di ieri –ha detto Marco - sono partito forte ma nei primi giri ho faticato a sorpassare alcuni avversari ed ho perso un po' di terreno dalla testa della corsa. Poi sono riuscito a ricucire il gap dai primi – ha proseguito - ma ho dovuto chiedere tanto alle gomme ed alla fine ho accusato un calo”.

Melandri analizza quanto accaduto.

In alcuni tratti ero in difficoltà, in altri ero veloce, ma non abbastanza per passare VD Mark o Rea perché avevamo tutti un passo abbastanza simile – ha ammesso - sono molto contento, abbiamo portato a casa il miglior risultato possibile, ottenendo il massimo sia dalla moto che da me stesso. Spero che sia di buon auspicio per le prossime gare". 

In casa Ducati c’è poi da registrare il quarto posto di Chaz Davies, proprio come al sabato. Oltre agli avversari il gallese ha dovuto combattere col proprio fisico.

È stato sicuramente uno dei round più difficili della mia carriera – ha ammesso Chaz - Portimao è di per sé una delle piste più fisiche in calendario ed io non sono riuscito ad allenarmi a dovere nelle ultime settimane, per non parlare del dolore alla spalla destra. Onestamente, se qualcuno mi avesse detto che sarei riuscito ad ottenere due quarti posti qui, non ci avrei mai creduto”.

Nonostante il podio mancato, l’alfiere Aruba guarda il bicchiere mezzo pieno.

“Abbiamo migliorato il pacchetto ad ogni sessione ed abbiamo tagliato il traguardo non lontani dal vincitore – ha sottolineato - nelle prossime due settimane cercherò di allenarmi e fare quanta più riabilitazione possibile in vista di Magny Cours per affrontare al meglio il finale di campionato. Attendiamo la prossima gara con fiducia".

 

 

 

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti