Tu sei qui

SBK, Rea: “La 65^ vittoria? Prima del via ho capito fosse possibile”

Il Cannibale non fa sconti in Gara 1 a Portimao: “Per tutto il fine settimana mi sono sentito competitivo, anche se ho temuto Melandri”

SBK: Rea: “La 65^ vittoria? Prima del via ho capito fosse possibile”

Vittoria numero 65 nelle derivate, la sesta consecutiva a Portimao. Johnny Rea non poteva desiderare di più in Portogallo, dove ha dominato dal primo all’ultimo giro. Il trionfo di Algarve consente al Cannibale di avvicinarsi sempre più al quarto titolo iridato, complice anche il quarto posto Chaz Davies, chiamato a fare i conti con le precarie condizioni di salute. Adesso il margine nei confronti del portacolori Aruba è di ben 104 lunghezze.

“Poco prima del via ho capito fosse possibile ottenere questa 65 vittoria – ha dichiarato Johnny – avevo infatti delle buone sensazioni. Nonostante il secondo posto in qualifica per soli 60 millesimi, durante il fine settimana mi sono sempre sentito bene e anche in gara ho avuto le conferme che cercavo”.

Il suo è stato un vero e proprio dominio, anche se lui ha dovuto faticare più del dovuto.

Il mio obiettivo era quello di non rimanere imbottigliato nel traffico – ha ricordato – al via sono riuscito a trovare il varco per agganciare la prima posizione e mantenerla. Non è stato semplice, anche perché la gomma tendeva a scivolare per via delle temperatura e Melandri si stava avvicinando sempre di più”.

Alla fine il ravennate non è riuscito a mettere in discussione la sua superiorità.

Non è stato semplice mantenere l’1’42” basso, però potevo fare affidamento su un buon assetto, inoltre gli pneumatici non si sono consumati. Sicuramente i test svolti ad agosto si sono rivelati utili, perché ci hanno permesso di imboccare la giusta direzione da seguire”

 

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti