Tu sei qui

SBK, Melandri beffa Rea nella FP4 di Portimao

Con un giro perfetto, Marco relega il Cannibale in seconda posizione, terzo Van Der Mark. Decimo ed ancora acciaccato Davies 

SBK: Melandri beffa Rea nella FP4 di Portimao

Share


Con una zampata arrivata nel finale della sessione, Marco Melandri ha messo il suo nome in cima alla lista dei tempi della FP4, turno utile per definire gli ultimi dettagli in vista di Superpole e gara 1, in programma oggi.

Sotto un cielo insolitamente grigio, a Portimao il numero 33 ha siglato 1'41”601 con la Panigale del team Aruba, che lascerà nella mani di Alvaro Bautista a fine stagione. Trovare una sella 2019 è la priorità del ravennate e, per riuscirci, più forte va, meglio è. Lo stile di guida esibito da Marco era quello dei tempi migliori, con linee perfette in curva e staccate della madonna alla fine dei rettilinei, come la foto di copertina può dimostrare. 

In questo caso, Johnny Rea è secondo, con un gap di 65 millesimi, Pochi, certo, ma in un ipotetico passo gara la somma di questi millesimi di svantaggio non gli consentirebbe di vincere l’ennesima corsa, ma attenzione: l'occhio attento avrà notato come Johnny si sia nascosto, preferendo lavorare sul set up di fino della sua Ninja ZX10-RR.

Dopo la Kawasaki del Cannibale, ecco la Yamaha di Van Der Mark, veloce sin da ieri. Magic Michael - tuttavia - ha un distacco che supera il mezzo secondo con la sua R1 ufficiale, terza forza del campionato in questo momento della competizione. 

Xavi Fores è quarto, quinto Jordi Torres con la MV, galvanizzato dalla chiamata arrivata dal team Avintia MotoGP: dopo il Portogallo, lo spagnolo si sposterà ad Aragon per misurarsi con Rossi, Marquez & Soci. Per Jordi sarà un ritorno nel Motomondiale, dove ha corso in Moto2. 

I britannici Alex Lowes e Tom Sykes precedono il connazionale Camier con le posizioni che vanno dalla quinta alla otttava, l’irlandese Laverty è nono con la RSV4 Milwaukee.

Acciaccato e dolorante Chaz Davies, decimo, dopo il gallese c’è Savadori con l’Aprilia. Rinaldi è quindicesimo, chiude la lista il ceco Smrz, vecchia volpe della Superbike di qualche anno fa.

 

 

Articoli che potrebbero interessarti