Tu sei qui

SBK, Laverty regala all'Aprilia la prima pole 2018

Eugene e la RSV Milwaukee battono nel finale la Ninja ufficiale di Rea e la Ducati di Marco. 4° Savadori, 14° Davies 

SBK: Laverty regala all'Aprilia la prima pole 2018

La bandiera a scacchi, sventolata da una procace signorina vestita in una aderentessima camicia bianca - ha sancito la fine delle ostilità di questa Superpole portoghese, disputata sotto un cielo grigio con temperature piuttosto fresche.

Tutti si aspettavano Johnny Rea scattare dalla prima casella, invece, è l’irlandese Eugene Laverty a fregare tutti con l’Aprilia RSV4 del team Milwaukee, ora più vicino alla Casa di Noale in un eventuale rinnovo della collaborazione 2019.

Laverty, già vincitore a Portimao con la moto veneta, è ovviamente felice del bel risultato centrato con il tempo di 1'40"705, nuovo primato del tracciato portoghese: “sono contento, ho fatto un bel giro - ha dichiarato - anche se in gara sarà differente, non è possibile lottare con Rea. Il mio obiettivo è il podio”.

Rea ha registrato passi gara da vittoria e la seconda posizione dalla griglia non spaventa Johnny, abituato a vincere anche quando scatta nono: oggi non sarà semplice - ha detto il nordirlandese - bisognerà anche vedere che meteo avremo”.

Marco Melandri è andato forte, il suo terzo tempo lo dimostra e, con Davies non al meglio delle condizioni fisiche, il ravennate porta la bandiera Ducati appena dopo quelle Aprilia e Kawasaki:potevo fare anche meglio - ha svelato Marco - proverò a seguire Johnny in gara, vedendo come poterlo battere”.

Qualche goccia di pioggia, infatti, ha iniziato a cadere sul circuito dell’Algarve e una eventuale gara bagnata potrebbe mescolare la carte in tavola: piloti come Savadori, quarto al via, è pronto all’attacco, Van Der Mark, Sykes e Fores vanno inclusi nella lotta in condizioni di pista bagnata.

Molto bene anche Loris Baz, transitato dalla SP1 con la sua BMW, ottavo alla fine dei giochi. Torres partirà dalla seconda fila con la MV, Razga, Rinaldi precedono Lowes, caduto nei primi minuti. Per il turco Kawasaki e per il romagnolo Ducati, la gara di oggi sarà la prima a Portimao in carriera.

Dopo tanti infortuni e la rinuncia alla 8 Ore di Suzuka, Leon Camier torna in sella con un tredicesimo tempo, il pilota Honda precede Chaz Davies, non al meglio dopo l'ennesima frattura rimediata in allenamento, a Portimao con l'obiettivo dichiarato di portare a casa più punti possibili, non avendo il passo per infastidire Rea.

Gagne, Mercado, Hernandez, Jacobsen, Ramos e Smrz - in condizioni di asciutto - se le daranno di santa ragione per riuscire ad entrare in zona punti. 

 

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti