Tu sei qui

SBK, Andrea Grillini riparte dall'Endurance

In attesa del giudizio il manager bolognese ed il team monegasco GSM Racing affrontano la nuova avventura con le Suzuki GSX-R 1000

SBK: Andrea Grillini riparte dall'Endurance

Dopo le pesanti vicissitudini degli ultimi mesi, Andrea Grillini è pronto a ripartire. Il giudizio sulla causa aperta dopo l'affaire che ha coinvolto il manager bolognese in una maxi indagine che lo ha costretto agli arresti domiciliari per diverso tempo è ancora pendente, ma l'attività sportiva del team con sede a Montecarlo può andare avanti, in una nuova avventura marcata 2018/2019.

Il comunicato stampa, diramato dal team GSM, in parte toglie le tensioni dalla delicata e complicata situazione nella quale il manager bolognese era stato coinvolto. 

"Lo scorso 9 gennaio tutto era pronto per una nuova stagione del Mondiale Superbike: nuova moto, nuovo staff, nuovi piloti. Le aspettative erano alte ma tutto si é bloccato a seguito del coinvolgimento di Andrea Grillini in un’indagine partita dal Sud italia che lo ha costretto a stare per alcuni mesi lontano dai circuiti. Finalmente la posizione di Andrea, che si é sempre dichiarato estraneo alla vicenda, sembrerebbe oggi chiarita; le cose, a poco a poco, incominciano a tornare alla normalità e il nuovo inizio sarà proprio nel Mondiale Endurance".

Oggi inizieranno i turni di prove cronometrate del primo appuntamento iridato del Mondiale Endurance nel circuito francese di Le Castellet, che ospita "la classica" Bol d’Or nel weekend. Una 24 ore storica che permetterà al team una vera e propria full immersion al rientro nelle corse. Grillini non può ancora rilasciare dichiarazioni inerenti alla questione giudiziaria in atto, ma è libero di parlare della sua attività sportiva.

"In tutti questi mesi ho sempre pensato al momento in cui sarei potuto tornare a svolgere il mio lavoro liberamente -  ha dichiarato Andrea - ero pronto per affrontare un’altra stagione in Superbike ma, alla vigilia della partenza delle moto per la prima gara in Australia, tutto é cambiato e sono felice oggi di poter nuovamente parlare di impegni sportivi. In questi mesi i miei collaboratori hanno parlato con Dorna, che voglio ringraziare perche ha sempre lasciato una porta aperta per il Team in caso di eventuale rientro in corso di campionato. Mancando però poche gare alla conclusione della stagione abbiamo preferito optare per il Mondiale Endurance. E’ un campionato ugualmente impegnativo ma con meno gare in calendario e questo mi permetterà di tornare alla normalità con più calma e un po’ meno pressione. Ringrazio anche l’organizzazione dell’EWC che ha immediatamente accettato la nostra iscrizione, dandoci la possibilità di incominciare subito con le gare".

Nuova sfida, nuovi piloti e moto preparate in casa: "abbiamo con noi tre ragazzi veloci e con molta voglia di fare bene. Michael Fudala, Stefano Fugardi e Pablo Puschmann, ed una eventuale riserva pronta ad entrare in azione. Correremo con le Suzuki GSX-R 1000, precisando che non abbiamo stipulato alcun accordo con la azienda giapponese; faremo tutto noi nella nostra officina, dall'elaborazione del motore alle evoluzioni di telaio, elettronica e le altre parti che che completano la moto".

Oggi saranno disputati i turni di prove cronometrate del primo appuntamento iridato del Mondiale Endurance nel circuito francese di Le Castellet, che ospita "la classica" Bol d’Or nel weekend. Una 24 ore storica che permetterà al team una vera e propria full immersion al rientro nelle corse: "siamo iscritti a tutto il campionato - continua- quindi, faremo le 5 gare Suzuka inclusa, siamo un team permanent. Voglio ringraziare tutti gli sponsor che, in questi difficili mesi, non mi hanno voltato la faccia, continuando invece a supportarmi. Il ringraziamento va anche a parte del mio staff, rimastomi vicino sino al mio ritorno alle competizioni. Loro avrebbero dovuto fare il Mondiale Superbike con me, quando la bomba è esplosa, non hanno cercato una diversa sistemazione. I miei tecnici presenti qui a Le Castellet non mi hanno voltato la faccia e di questo gesto ne vado fiero".

 

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti