Tu sei qui

Moto3, FP2: a Misano Martin beffa Bezzecchi e Bastianini

Tra la Honda di Jorge e la KTM di Marco soli 92 millesimi, due decimi accusati da Enea. 7° Dalla Porta, 8° Zannoni sulla debuttante TM 

Moto3: FP2: a Misano Martin beffa Bezzecchi e Bastianini


Rispetto al primo turno di prove libere, quello delle FP2 è stato molto più agitato, durante il quale i piloti hanno veramente tentato l’attacco al miglior tempo, inscenando vere e proprie bagarre simil-Gran Premio.

Sfruttando una gomma Dunlop posteriore usata - sei giri completi percorsi - Jorge Martin sulla Honda Gresini riesce a mettere il suo nome in alto nella lista dei tempi, con il crono di 1'42”324, facendo le prove generali per le qualifiche di domani e, soprattutto, in previsione gara che vuole vincere per superare il diretto rivale Marco Bezzecchi con la KTM.

Bezzecchi, leader del Mondiale, è secondo a soli 92 millesimi dall’avversario che gli contende il titolo. Tanto lavoro sull’ammortizzatore posteriore della KTM PruestelGP e una pressione di gonfiaggio differente dei suoi pneumatici hanno aiutato Marco, che ha guidato come sa.

Enea Bastianini è terzo con la NS 250RW Leopard, prima di Rodrigo, Canet ed Oettl. Il compagno di colori Lorenzo Dalla Porta ha finito la sessione con il settimo tempo, appena prima dell’incredibile prestazione di Kevin Zannoni, wild card sulla nuova TM, moto esordiente nel Mondiale:siamo andati bene, malgrado ci manchi l’esperienza necessaria - ha affermato il capoclassifica del CIV - dobbiamo migliorare la fase di accelerazione ed alcuni piccoli dettagli”. Chi ben comincia...

Tony Arbolino è nono, grazie anche ad un lavoro dedicato ai freni della sua Honda, Dennis Foggia conosce Misano ed entra nella top ten con la KTM Sky VR46.

Jakub Kornfeil aveva dominato il primo turno ed ora è undicesimo, dodicesimo Bulega, tredicesimo “Diggia” con un setting più “morbido” approntato sulla Honda Gresini.

Antonelli, stavolta, non è caduto, finendo diciassettesimo, Migno e Nepa sono piuttosto attardati, weekend nero per Jaume Masia: la sua KTM ha accusato diversi problemi elettrici, impedendo al pilota del team Bester Capital Dubai di poter completare più di un giro consecutivo. I meccanici della squadra hanno tribolato non poco nel tentativo di risolvere il problema, il ventinovesimo tempo siglato non è affatto veritiero.

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti