Tu sei qui

Altri tre anni di contratto e MotoE nel futuro del GP di Misano

In definizione un accordo 3+2 con Dorna e dal 2019 subito la MotoE per il circuito Marco Simoncelli. De Angelis e Poggiali in città con le MotoE

MotoE: Altri tre anni di contratto e MotoE nel futuro del GP di Misano

Tutto è oramai pronto al Misano World Circuit, e si attende soltanto l’arrivo di mezzi, piloti e moto. A sette giorni dalla gara ecco la presentazione ufficiale del Gran Premio, tenutasi ovviamente all’interno del tracciato alla presenza di personalità della zona e di tanti ospiti, tra i quali Michele Pirro e Kevin Schwantz.

E’ stato Andrea Corsini, assessore al turismo della regione, a dare la grande notizia di giornata.


“La MotoGP è probabilmente la punta di diamante della nostra offerta turistica; siamo tutti uniti per creare un prodotto di grande livello. Tutto questo per noi è importante, tanto che stiamo definendo con Dorna il rinnovo del Gran Premio per altri tre anni, con un’opzione per i due anni successivi. Stiamo pensando anche di ospitare la MotoE”.

Una notizia molto importante, che sarà supportata da Alex De Angelis e Manuel Poggiali, due ex piloti sanmarinesi DOC, che durante il Gran Premio, si faranno vedere in giro proprio su una MotoE. alla quale si unisce la voce che Misano possa fare parte anche del calendario della MotoE, la categoria del futuro.

“Spesso ci chiedono come facciamo a gestire un evento simile, ed a volte non sappiamo rispondere - ha aggiunto Andrea Gnassi, sindaco di Rimini - Poter portare una manifestazione simile a Misano è facile, basta avere le finanze e l’organizzazione, ma è tutto ciò che gravita intorno alla gara a rendere questo Gran Premio speciale”.

Non mancheranno infatti anche quest’anno gli eventi di contorno al Gran Premio tra Misano, Cattolica e Riccione, con sfilate di moto (d’epoca e non) alternate a gare di stunt, concerti e talk show per intrattenere il pubblico accorso in Romagna.

“Questo evento è il motore economico della motor valley - ha chiosato il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini - qui si producono a mio parere le più belle due e quattro ruote; scorre tanta passione in questa terra e tramite questa cerchiamo di promuovere la nostra terra. Per capire la bellezza dell’Emilia Romagna basti dire che Lonely Planet, la più importante guida turistica del mondo, ha classificato la nostra regione come la miglior meta in Europa per la prossima estate”.

Photo courtesy: Marzio Bondi

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti