Tu sei qui

MotoGP, Lo strano caso della Yamaha 'pesce gatto'

A Brno la casa di Iwata ha provato una nuova carenatura veramente particolare. Ma a Rossi non piace

MotoGP: Lo strano caso della Yamaha 'pesce gatto'

A Brno la Yamaha ha provato una nuova carenatura che però Valentino Rossi ha subito scartato. Non sarà dunque utilizzata al Red Bull Ring la prossima settimana. Anche perché se volessero farlo, dovrebbero omologarla, sprecando dunque l’unica carta per introdurre novità aerodinamica fino a fine della stagione.

La nuova carena ha molte cose per far discutere: la più immediata è un parafango anteriore veramente minimale, che fa il paio con quello ’sfinestrato’ (già visto in gara) sulla ruota posteriore.

Con molte probabilità serve per permettere un maggior raffreddamento della gomma ed incrementarne la durata.
Del resto il focus di tutte le case è concentrato sulle gomme, farle rendere al meglio, farle durare di più.

Più difficile, invece, è capire a cosa servono i due lunghi ‘baffi’, molto appariscenti nella vista anteriore. Non si capisce se abbiano una funzione portante, oppure agiscano piuttosto come convogliatori.

Si rischia di scrivere delle sciocchezze, ma avete presente le forme aerodinamiche di una F.1 attuale?

La galleria del vento fornisce, delle volte, indicazioni incredibili e basta aggiungere dei particolari per ottenere maggiore penetrazione, recupero di carico o, più semplicemente, convogliare più aria sui radiatori.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti