Tu sei qui

MotoGP, Rossi: "questa volta Luca è messo meglio di me"

Valentino contento per la pole del fratello ma preoccupato per la propria gara: "veloce in qualifica, costantemente lento come ritmo"

MotoGP: Rossi: "questa volta Luca è messo meglio di me"

Brno è una pista speciale per Valentino, quella in cui ha conquistato la prima pole position, la prima vittoria e il primo titolo mondiale della sua carriera. Da oggi il circuito ceco sarà ancora più importante per lui dopo la prima pole di Luca Marini. Il Dottore non nasconde le sue emozioni e sempre quasi più felice per il risultato di suo fratello che per la sua prima fila.

È senza dubbio una gran momento per la nostra famiglia e per nostra mamma - sorride il Dottore - Ho tanti motivi per essere contento: lo sono per Luca, che nelle ultime tre gare ha fatto un grande passo in avanti, e anche per il mio team”.

È impossibile non fare un parallelo con la tua prima pole…
Lui è già in Moto2, ha 20 anni come me quando conquistai la prima in 250, quindi direi che è in linea con me, ha tempo per fare una gran bella carriera (ride). Ha fatto una qualifica bellissima, ma l’importante sarò per lui fare una bella gara per dimostrare che il podio del Sachsenring non è stato un caso, spero che possa ripetersi domani”.

Anche tu eri salito sul podio in Germania…
Però penso che per la gara di domani Luca sia messo meglio di me (ride). Il problema è che non ho un gran passo, sono in difficoltà, se dovessi correre adesso la vedrei molto dura”.

Partire dalla prima fila è comunque un vantaggio.
Sapevo di essere veloce con le gomme nuove e ho dato tutto, ho spinto al limite senza commettere errori. Quando non hai un passo fantastico la prima fila è ancora più importante, sarò con Dovizioso e Marquez: i migliori per quanto riguarda il ritmo”.

Qual è il tuo livello?
Ho guardato i dati e vado veramente piano, il rischio è di dovere fare una gara in difesa”.

Dovizioso ha detto che è difficile fare confronti con gli altri piloti perché nelle FP4 c’è chi è partito con gomme nuove e chi con quelle usate. Sei d’accordo?
Questo vale per lui che aveva pneumatici usati, i miei erano nuovi ed ero lento (ride). È anche vero che ho usato la gomma dura anteriore che proprio non mi piace”.

E con la dure posteriore?
Vado costantemente piano (ride)”.

Si potrebbe rischiare la morbida in gara?
Gli azzardi non mi piacciono, forse si potrebbe usare se si abbassassero le temperature”.

Quale lavoro si potrà fare da ora a domani?
Di certo non ribaltare la moto, quello si fa solo quando si è messi davvero male e, dalla mia esperienza, spesso non serve a molto. Questo è il momento per quello che chiamiamo ‘fine tuning’: sistemare gli ultimi dettagli. Poi, soprattutto, bisognerà capire quale gomme usare”.

Soffrirai di più a vedere la gara di tuo fratello o a correre la tua?
Si soffre di più a essere spettatore di quelle degli altri, soprattutto quando c’è Luca. Quando sei in moto non hai tempo per pensare”.

Sembri comunque fiducioso di metterci una pezza con la tua squadra, dall’altra parte del box il clima, invece, sembra essere molto teso…
Non so cosa stia succedendo, ma è difficile creare una buona atmosfera quando si sa che ci si separerà a fine anno. Sia Forcada che Vinales sono due professionisti, sono sicuro che daranno il massimo fino all’ultima gara della stagione”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti