Tu sei qui

MotoGP, Dall'Igna: più aerodinamica avrebbe evitato l'incidente di Pirro

Se passeranno le nuove regole - stop alle ali ma possibili doppie carene purché lisce all'esterno - i costi di sviluppo aumenteranno sensibilmente

MotoGP: Dall'Igna: più aerodinamica avrebbe evitato l'incidente di Pirro

L'MSMA sta tornando a parlare di una possibile eliminazione, o di una forte limitazione, per le ali nel 2019. Lo abbiamo già scritto, ma ieri è emerso qualche ulteriore dettaglio sull'annosa questione.

In pratica le case giapponesi sono contrarie a qualsiasi appendice esterna alla carenatura, con la scusa della sicurezza in caso di contatti fra i piloti.

In pratica Takeo Yokoyama, technical manager della Honda, ha aperto anche alle 'doppie carene', alla possibilità cioè di creare deportanza con dei tunnel aerodinamici, purché la superficie esterna sia il più possibile liscia.

"Ogni cosa che spunta dalla carena rappresenta un pericolo. Per questo siamo contenti che dal prossimo anno arriveranno altre limitazioni",  ha detto, successivamente all'aver apertamente approvato il tema della sicurezza posto da Gigi Dall'Igna.

“L’aerodinamica è un elemento di sicurezza per le MotoGP - aveva spiegato Dall'Igna, aggiungendo un dato pesante -  l’incidente di Michele Pirro alla San Donato al Mugello poteva essere evitato se non ci fossero stati limiti allo sviluppo".

Il che equivale a dire che ormai il carico aerodinamico sull'anteriore delle moto, con 280 cv a disposizione è un imperativo categorico per evitare alleggerimenti pericolosi non solo in accelerazione, ma anche in frenata.

Cosa succederà ora o nel futuro prossimo, qualora dovesse passare questa nuova regolamentazione?

E' molto semplice: aumenteranno, e di molto, i costi di sviluppo perché nessuno rinuncerà al carico e si cercheranno soluzioni sempre più sofisticate. Ce l'avete presente la F.1? Bene, quella è la strada.

Giustamente il numero 1 di Ducati Corse ha aggiunto "comunque, penso si sia parlato fin troppo di questo argomento e l’importante ora è trovare una stabilità regolamentare: non si possono cambiare le norme ogni anno”.

Vero. Nel modo tracciato dalla MSMA, inoltre, si disattende completamente il fattore costo, giustamente sottolineato da Romano Albesiano.

"L'importante, rimanendo su questo tema, è evitare una escalation".

Ci ricorderemo di queste parole quando le ore in galleria del vento si moltiplicheranno per cento.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti