Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: "Serve un cambio radicale sulla mia Ducati"

"Sono tornato più simile a quelli di Mugello e Barcellona ma qui non funziona. La nuova carena? ogni miglioramento è benvenuto"

MotoGP: Lorenzo: "Serve un cambio radicale sulla mia Ducati"

Share


Dopo la doppietta di Mugello e Barcellona, Jorge Lorenzo sembra avere perso la fiducia alla guida della sua Ducati. A Brno le Rosse non stanno sfigurando, con Petrucci e soprattutto con Dovizioso, mentre il maiorchino non sta riuscendo a trovare la sua strada. Il suo 15° tempo alla fine della giornata ne è la conferma.

La Ducati qui è competitiva, sia Andrea che Danilo sono andati forte, mentre per me è stata più dura di quanto mi aspettassi - ammette Lorenzo - Certamente fa molto caldo ma ho trovato anche una pista con molte più buche e la moto non mi ha trasmesso buone sensazioni. Non riesco a essere incisivo in frenata e veloce in percorrenza di curva”.

In questi casi bisogna correre ai ripari e anche farlo in fretta.

Mi serve un cambiamento radicale sulla mia moto, dobbiamo trovare una strada diversa - continua il maiorchino - In queste condizioni non posso essere competitivo e devo trovare almeno mezzo secondo”.

Anche ad Assen e al Sachsenring non aveva faticato, ma in Repubblica Ceca le cose sono peggiorate.

Nelle ultime gare avevamo cambiato il bilanciamento della moto, mettendo più peso sull’anteriore, ma è stato un errore - rivela - Me ne sono accorto in gara, avevo problemi di consumo della gomma posteriore. Per questo motivo siamo tornati a un assetto più simile a quelli usati al Mugello e Barcellona, ma non mi trovo bene qui. Come ho detto domani dobbiamo cambiare qualcosa, ma non sono certo che funzionerà”.

Lorenzo avrà anche la nuova carena usata oggi da Petrucci.

La proverò anche io - afferma - Non mi aspetto un grande cambiamento, ma anche un piccolo miglioramento sarà il benvenuto”.

Articoli che potrebbero interessarti