MotoGP, Dovizioso: "Si, oggi ero il più veloce"

"Ma ci sono anche Marquez e Pedrosa. La nuova carena? E' OK, la proverò domani"

Share


Andrea Dovizioso si è piazzato quinto al termine della seconda sessione di libere, un risultato che potrebbe sembrare non esaltante viste le ambizioni del pilota Ducati a Brno. Ma la realtà è diversa, perché il pilota Ducati ha disputato l'intera sessione utilizzando gomme usate e lavorando esclusivamente in ottica gara.

Secondo i rivali, Desmodovi è il candidato n°1 alla vittoria e anche il pilota di Forlì non sembra nascondere la soddisfazione e la consapevolezza di poter fare bene in Repubblica Ceca.

"Si, oggi eravamo veloci - sottolinea un soddisfatto Desmodovi - i tre più veloci siamo stati io e le HRC come passo. Questo è un vantaggio per lavorare al meglio per la gara, ma le carte in tavola non sono chiare per tutti. Le Yamaha non si capisce dove sono, anche le Suzuki. Soprattutto le Yamaha stamattina sono andate bene, oggi pomeriggio forse un po' peggio ma aspetterei a giudicare. Noi siamo andati molto forte, però come sapete benissimo il venerdì è solo il primo giorno e in due turni possono cambiare molte cose. Siamo sempre tutti vicini, quindi basta poco per cambiare la situazione".

Ti aspettavi di arrivare a Brno in questo stato di forma?

"Secondo me siamo partiti particolarmente bene. Mi aspettavo di essere veloci da subito - ha confermato Andrea -  ma siamo partiti veramente bene e abbiamo mostrato da subito davvero un'ottima velocità. Questo mi permette di lavorare per la gara. Abbiamo portato avanti il lavoro con la gomma di stamattina, abbiamo fatto moltissimi giri e la parte finale della gara sarà un aspetto fondamentale, come sempre nella MotoGP di oggi".

Di solito è Marquez a comportarsi in questo modo il venerdì, quasi nascondendo le proprie carte. Invece qui a Brno sembra che anche tu possa essere veloce senza troppi problemi.

"Questo è un tipo di lavoro che ti puoi permettere di fare quando riesci a stare nei primi dieci - ha spiegato Dovizioso - anche se stai lavorando per la gara, come fa sempre Marc. Eravamo indecisi stamattina se mettere la morbida o la dura, ma era importante avere un primo feedback sulla dura dietro, perché non l'avevamo ancora provata. Abbiamo trovato le giuste sensazioni e siamo andati forte anche con quella. Avevo già delle idee più chiare su che cosa avremmo dovuto lavorare, poi abbiamo provato la morbida e abbiamo capito cosa avremmo potuto fare con quella gomma". 

Visto che dal punto di vista della velocità sembri a posto, cosa resta da sistemare in vista della gara?

"La velocità è buona, ma adesso dobbiamo cercare di migliorare il più possibile sotto l'aspetto del consumo gomme - afferma Dovizioso, indicando la strada da seguire - un ambito davvero fondamentale per la gara. Al momento siamo più veloci rispetto alle ultime gare, però questo non  vuol dire che può bastare per stare davanti ed essere veloci fino alla fine, perché il consumo delle gomme sarà determinante. Per adesso ci concentriamo su questo e vedremo solo in gara come staranno le cose, anche perché probabilmente troveremo condizioni diverse, c'è poco da fare".

C'è anche la novità della carena, che secondo Petrucci funziona benissimo. Pensi di utilizzarla domani?

"Non ho parlato direttamente con Danilo, mi hanno trasmesso questi feedback che sono molto interessanti. Quando porti un pezzo nuovo in pista e sembra che non ci siano lati negativi è il massimo che puoi ottenere. Probabilmente domani la proveremo".

Anche Danilo è andato forte, pensi possa essere un rivale per la vittoria?

"Sono stato qualche giro dietro a Danilo - ha rivelato Andrea - solo che in quel momento le nostre gomme avevano giri troppo diversi e io stavo andando in affanno a seguirlo, però ho visto che stava andando forte". 

Share

Articoli che potrebbero interessarti