Tu sei qui

Dani intervista Pedrosa: in MotoGP ho conosciuto me stesso

VIDEO. Un interessante botta e risposta con il pilota spagnolo contemporaneamente nei panni del giornalisti e del pilota

Iscriviti al nostro canale YouTube

Quali domande si farebbe un pilota se potesse intervistarsi da solo? Pedrosa lo ha fatto, in un interessante video in cui viene intervistato dal suo doppio. Una chiacchierata ricca di spunti, in cui il pilota spagnolo non si tira indietro rispondendo a… se stesso, come potete vedere e ascoltare nel video qui sopra.

Normale partire dagli inizi della sua carriera, che terminerà a fine anno come ha annunciato al Sachsenring.

Mi manca un po’ l’ingenuità degli inizi, ma è normale perché andando avanti migliori e devi rinnovarti costantemente - dice - L’esperienza e anche l’età ti permettono di sentirti maggiormente a tuo agio in situazioni in cui normalmente non lo eri e ha più armi per difenderti”.

Benché Dani sia ancora molto giovane, il motomondiale è cambiato molto da quando lui fece il suo ingresso.

“Il nostro sport è cambiato molto - conferma - con le moto a 2 tempi era più facile capire il potenziale di un pilota, con le 4 tempi è più complicato. Quello che vedo è che un pilota che inizia ora la sua carriera è più impegnato con gli eventi, i tifosi, i social network. Prima tutte queste cose erano un di più rispetto al correre.

La cosa più importante è che, dopo quasi vent’anni di carriera, Pedrosa non ha rimpianti.

Ogni momento è unico e devi godertelo al massimo - dice ripensando ai primi successi - La MotoGP è un posto incredibile per conoscere te stesso. Vivi un sacco di esperienze, tutto quello che succede ti insegna qualcosa e ti permette di conoscerti meglio”.

Dani scherza anche sull’età che avanza.

Mi piacciono i capelli grigi. È successo dopo un’incidente: ero in ospedale, ero entrato in sala operatoria senza capelli bianchi e quando sono uscito li avevo. Il mio barbiere mi chiede se voglio toglierli, ma io li voglio tenere”.

Sul futuro dopo il ritiro, invece, non ha ancora certezze.

Ho delle idee, ma sono solo progetti per il momento” spiega.

Sicuramente avrà più tempo da dedicare ai suoi due sport, oltre alle moto, preferiti. Il ciclismo, “mi manca ancora qualche passo da scalare sulle Dolomiti”, e il windsurf, “mi piacerebbe andare alle Hawaii”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti