Tu sei qui

SBK, FP1: Rea prende subito la testa, 3° Melandri

Il numero uno precede Lowes e l'azzurro. 4° Camier davanti a Sykes e Davies, 10° Van Der Mark seguito da Savadori e Canepa

SBK: FP1: Rea prende subito la testa, 3° Melandri

Share


Il weekend in riva al mare della Superbike è iniziato, e la prima incognita da tenere a bada è il caldo. Quasi trenta infatti i gradi nell’aria, con una umidità intorno al 60% ed una temperatura dell’asfalto invece superiore ai trenta gradi. Un altro piccolo problema è la curva 11, dove sono già piovute varie cancellazione del giro a seguito del superamento dei limiti della pista.

Chi meno di tutti ha patito questi problemi è Jonathan Rea, da subito in testa grazie al crono di 1’35”128, comunque ancora molto lontano dalla pole record di Tom Sykes dell’anno scorso, ovvero 1’33”6. Seconda posizione per Alex Lowes, che conferma i progressi sia personali che della sua Yamaha restando a soli 135 millesimi dal campione del mondo in carica e precedendo la migliore delle Ducati, quella del padrone di casa Marco Melandri (+0.198).

Sorprende in quarta piazza la Fireblade di Leon Camier (+0.356), che precede Tom Sykes (maratoneta del turno con 18 giri al pari di Jacobsen) e Chaz Davies, staccato di quasi sette decimi dalla testa del gruppo. Positiva la settima posizione di Loris Baz sulla BMW del team Althea seguito da Fores e Laverty, mentre è soltanto decimo, a otto decimi da Rea, Michael Van Der Mark.

Doppietta di italiani ai piedi della top ten, con Lorenzo Savadori a precedere la wild card Niccolò Canepa, primo pilota ad incassare più di un secondo dalla testa; soltanto 15° Michael Rinaldi, che precede Toprak Razgatlioglu in sella alla Kawasaki del team Puccetti, in pista come da programma con la livrea celebrativa ispirata alla ELF di Ron Haslam.

Articoli che potrebbero interessarti