Tu sei qui

MotoGP, SIC subentra al Team Nieto: fra Yamaha e Petronas è fatta

Aspar Martinez rimarrà come consulente sportivo. La squadra del Sepang International Circuit con le M1 fino al 2021

MotoGP: SIC subentra al Team Nieto: fra Yamaha e Petronas è fatta

Share


Il progetto della squadra satellite Yamaha è cosa fatta. A darne l’annuncio è il team Angel Nieto che ha comunicato, in una nota ufficiale, di avere dato la gestione delle sue iscrizioni in MotoGP al Sepang International Circuit, l’altro attore dell’operazione.

Il comunicato è molto stringato:

L’Angel Nieto Racing Team e il Sepang International Circuit hanno raggiunto un accordo per cui, dalla stagione 2019, SIC assumerà la gestione delle due posti in MotoGP del Team Angel Nieto. Jorge ‘Aspar’ Martinez farà parte della nuova squadra con il ruolo di Consulente Sportivo”.

Poche righe che certificano l’entrata della squadra del Sepang International Cirucit in MotoGP, subentrando a tutti gli effetti a quella di Nieto.

Ad aggiungere un altro tassello alla storia è stata Yamaha, che ha annunciato di avere firmato con il team SIC un accordo triennale per fornire le M1 in qualità di squadra ufficiale, a partire dal 2019 fino al 2021.

L’ultimo passo sarà quello di annunciare i piloti. Non è un mistero che l’accordo con Franco Morbidelli sia già stato concluso, mentre si aspetta di sapere se il suo compagno di squadra sarà Dani Pedrosa. Lo spagnolo ha annunciato una conferenza stampa per parlare del suo futuro al Sachsenring.

Filo di nota

Dunque il team Aspar, fondato da Jorge Martinez, il pilota spagnolo più titolato nelle piccole cilindrate dopo Angel Nieto, scompare. Ufficialmente si fa da parte, visto che il suo ruolo è ridotto a semplice 'consulente sportivo'.

Un peccato, perché ciò può significare che l'intera squadra è a rischio: meccanici, tecnici, lo stesso Gino Borsoi, anche lui pilota di livello e uomo di grande esperienza.

Perché è accaduto ciò? Possiamo ipotizzare che i problemi avuti nel recente passato da Martinez per l'annosa storia della F.1 a Valencia abbiano giocato un ruolo. Ma nel mondo del Motorsport chi è senza peccato scagli la prima pietra!

Ci auguriamo che tanta professionalità tecnica, comunque, non vada dispersa. Accogliamo con piacere una nuova compagine nel paddock della MotoGP, ma quando contemporaneamente ne sparisce un'altra siamo meno felici. E non è un buon segno.

p.s.

 

Articoli che potrebbero interessarti