Tu sei qui

SBK, Van Der Mark: Misano si adatta ai punti di forza della R1

In Romagna l'olandese sfiorò il successo nel 2017: "stiamo ottenendo grossi risultati con la Yamaha". Alex Lowes: "la mia fiducia è cresciuta ancora"

SBK: Van Der Mark: Misano si adatta ai punti di forza della R1

Share


A Laguna Seca l’inglese Alex Lowes ha fatto meglio di Michael Van Der Mark, centrando un podio nella prima frazione e precedendo nuovamente il compagno di squadra olandese anche nella seconda manche.

In California le due R1 ufficiali del team Pata Yamaha sono state competitive, confermando i passi avanti compiuti dall’inizio della stagione; le vittorie, però, sono andate ancora alla Kawasaki - quella numero 1 di Rea - e, nella gara domenicale, ci si è messa la rinata Aprilia di Eugene Laverty a privare i due ragazzi in blu di una ulteriore gioia da podio.

Il team Crescent sa che a Misano potrà ancora fare bene, specialmente ricordando la prestazione 2017 di Van Der Mark, in testa sino a pochi giri dal termine, prima del problema alla gomma posteriore, che lo ha costretto a rinunciare al successo; questa volta potrebbe andare nel migliore dei modi per lui:quello di Misano è uno dei miei weekend agonistici preferiti - rimarca Michael - infatti, non vedo l’ora di arrivare in Romagna e respirare l’atmosfera del paddock. Stiamo ottenendo grossi risultati con la nostra R1, evidenziando i miglioramenti complessivi del nostro pacchetto tecnico, visti anche negli Stati Uniti. Se Laguna Seca  si trattava di una pista dove abbiamo sempre faticato, Misano è, invece, un tracciato che ben si adatta ai punti di forza della nostra Yamaha, ed io mi sento entusiasta: voglio correre per tornare ancora sul podio”.

Alex Lowes salì sul secondo gradino del podio nella prima gara a Misano del 2017, dopo Sykes e prima di Rea; al britannico la pista romagnola piace molto e, pensando al weekend che sta arrivando, il numero 22 suona la carica:adoro guidare a Misano - conferma - specialmente nella sezione veloce della pista, una delle mie preferite. Ultimamente la mia fiducia è cresciuta e riesco a godermi la Yamaha ufficiale, voglio lavorare sodo coi ragazzi del team per mantenere il nostro slancio nella rincorsa all’ennesimo podio”.

Per Van Der Mark e Lowes le vacanze estive saranno meno brevi e più intense rispetto a quelle di quasi tutti i rivali Superbike: sia Michael che Alex dovranno - anche quest'anno - partire alla volta di Suzuka, dove una R1 super ufficiale è pronta per tentare l'ennesimo assalto alla 8 Ore giapponese, vinta insieme (con l'aiuto di Nakasuga) proprio nel 2017.

Articoli che potrebbero interessarti