Tu sei qui

Mercato nuovo - Giugno 2018: immatricolazioni a -5,8%

Immatricolati 140.124 veicoli in sei mesi per un +2,4%. In ripresa anche le sportive con 3.192 pezzi e un +9,6%

News Prodotto: Mercato nuovo - Giugno 2018: immatricolazioni a -5,8%

Eccoci come ogni mese ad analizzare il mercato italiano delle moto e degli scooter. Nel mese di giugno si assiste ad una flessione delle vendite per le immatricolazioni (moto e scooter >50cc) che totalizzano 27.496 unità pari al -5,8%. Tale risultato è frutto di una stabilità delle moto, che confermano i volumi dell’anno scorso con 10.733 unità e un -0,8%, mentre gli scooter, con volumi più importanti, registrano 16.763 veicoli immatricolati pari al -8,8%. I “cinquantini” perdono ancora volumi, con 2.405 vendite e un -22,6%.

Ricordiamo il dato più importante: giugno, rappresenta il picco di massima stagionalità e vale poco più del 13% del totale venduto dell’anno.
Nel primo semestre sono stati immatricolati 130.297 veicoli pari al +4,3%, sostanzialmente stabili gli scooter con 72.039 pezzi pari al +0,3%, mentre le moto con 58.258 unità mostrano una crescita più significativa pari al +9,8%. Sempre nei primi sei mesi dell'anno i ciclomotori (moto e scooter 50cc) si attestano a 9.897 registrazioni, con un decremento del -17,7%. In totale da gennaio a giugno 2018 sono state pertanto vendute in Italia 140.124 due ruote a motore (moto e scooter immatricolati + veicoli 50cc), con una crescita pari al +2,4% rispetto al primo semestre del 2017.

SCOOTER - Dall’analisi per cilindrata emergono due categorie di scooter quelli tra 300-500cc con 25.967 veicoli e un incremento pari al +2,5%; a seguire da vicino ci sono i 125cc con 25.740 immatricolazioni e un andamento più dinamico pari al +8,4%. Le cilindrate tra 150 e 250cc totalizzano 13.537 pezzi pari al -12,8%. In flessione anche i maxi-scooter oltre 500cc con 6.795 unità e un -6,3%. In testa, neanche a dirlo, c'è Honda, con i tre SHi (125, 150 e 300), che vede in testa anche per i maxi l'X-ADV.

MOTO - Anche nel comparto moto, vi sono due categorie con vendite identiche, le moto oltre 1.000cc con 16.022 unità in crescita con un +5,4% (BMW R 1200 GS in testa) mentre i veicoli tra 800 e 1000cc sono in flessione con 16.022 unità e un -6,9% rispetto al 2017. Stabili le medie cilindrate tra 600 e 750cc con 10.100 pezzi segnano un +0,4%. Eclatante il risultato delle 300-500cc con 8.955 veicoli e un +74,6%. Più contenuto il trend delle 150-250cc con 1.532 pezzi e un +14,4% Significativi i volumi delle 125cc con 5.627 moto e un l’incremento pari al +36,1%.

I SEGMENTI - L’andamento dei segmenti moto vede prevalere le naked con 22.663 pezzi pari al +14%; seguono le enduro stradali che totalizzano 18.715 unità pari al +12,5%. Lieve calo per le moto da turismo con 7.696 unità e un -1,9%; volumi più contenuti per le custom con 3.558 immatricolazioni e un +3,5%; in ripresa anche le sportive con 3.192 pezzi (Ducati Panigale, ancora in testa) e un +9,6%, infine qualche unità in più per le supermotard con 1.780 moto e un +2,3%.

Articoli che potrebbero interessarti