Tu sei qui

Sito Pons nei Panama Papers: residenze fittizie

Il team manager indagato per avere simulato di vivere a Monaco e Londra, scoperta una rete di società offshore a lui riconducibili

News: Sito Pons nei Panama Papers: residenze fittizie

Share


Dai Panama Papers è spuntato il nome di Sito Pons, ex pilota e proprietario dell’omonimo team in Moto2 in cui corre Baldassarri. El Confidencial, in un dettagliato articolo, spiega come Sito Pons sia stato indagato dal tribunale di Barcellona per avere simulato la residenza in Paesi stranieri in modo da eludere il fisco spagnolo.

Più in dettaglio, Sito avrebbe dichiarato di abitare a Monaco e Londra, ma controlli incrociati avrebbero rivelato che si trattava di residenze fittizie. Nel corso delle indagini sono stati esaminati i pagamenti fatti con le carte di credito, i consumi di acqua e gas e l’uso dei telefoni cellulari, per dimostrare che Pons in realtà viveca in Spagna.

Inoltre, i Panama Papers rivelerebbero anche che il team manager controlla dal 1997 una società nelle Isole Vergini Britanniche e un’altra società offshore nelle Antille Olandesi. Queste società, a loro volta, controllerebbero il team Moto2.

Pons è stato indagato per frode fiscale, portata a compimento attraverso una rete di società con sede in paradisi fiscali. L’Agenzia delle Entrate spagnola aveva contestato già nel 2017 alla società Cuamon Central SA un debito di 18,7 milioni di euro e aveva proceduto al sequestro di alcune abitazioni. Questa società fa capo a un’altra con sede nelle Isole Vergini Britanniche riconducibile a Pons.

Non è ancora chiaro se questa situazione avrà conseguenze sul team di Moto2, che schiera Lorenzo Baldassarri ed era anche in contatto con Enea Bastianini per la prossima stagione.

Share

Articoli che potrebbero interessarti